La Ferrari quotata in borsa: tutto quello che c’è da sapere

Il 21 ottobre 2015 è stato dato il via libera per la quotazione della Ferrari in borsa.

16.06.2014

Ferrari in Borsa

La Casa Automobilistica verrà inserita tra i titoli di Wall Street, e tutto sta procedendo meglio di quanto previsto da Sergio Marchionne, con successo di investimento e prezzi delle azioni della Ferrari alle stelle. Vediamo ora nel dettaglio tutte le principali tappe che contraddistinguono la storia, i successi e le curiosità del Cavallino più amato di tutti i tempi.


1. Storia della Ferrari S.p.A.

2. Azioni Ferrari: background finanziario e cambi recenti

Con il debutto in borsa per le azioni Ferrari, oggi la casa automobilistica di Maranello è quotata sul mercato di Wall Street. Inizialmente, il titolo era stato collocato a 52 dollari, nella parte alta della forchetta di prezzo, ma nel suo esordio ha avuto una brillante impennata sino a 60 dollari, facendo salire il valore dell’intera azienda a oltre 10 miliardi di dollari. Completato il closing dell'offerta pubblica il 28 ottobre, le azioni sono attualmente scese sotto il prezzo di IPO, tra i 50 e i 51 dollari; i ricavi finali dalla vendita di circa 17 milioni di azioni più opzioni su azioni, equivalenti a circa l'11% dell'azienda, sono stimati a 982,4 milioni di dollari. Prima del conseguimento di questo traguardo, negli ultimi tempi l’andamento finanziario della Ferrari aveva registrato un andamento verso l’alto sempre maggiore di anno in anno.

Dati Finanziari Ferrari 2005-2014
Creato con infogr.am


Già a partire dal 2006 vi è stato un significativo incremento del fatturato, passato dai 1.289 milioni di euro del 2005 ai 1.447 milioni di euro del 2006, una crescita pari al 12,26% dovuta agli eccezionali risultati dei modelli F430 e 612 Scaglietti nonché all'immediato successo della nuova 599 GTB Fiorano presentata all'inizio dell'estate. La crescita continua nel 2007, quando i dati economici evidenziarono un fatturato crescente che dai 1.447 milioni di euro del 2006 arrivò ai 1.668 milioni di euro nel 2007, con una variazione positiva pari al 15,27%.

Borsa di New York - NYSE
Borsa di New York - NYSE
Foto: Kevin Hutchinson [CC BY 2.0], via Flickr

Nel 2008 Ferrari annuncia un nuovo record: chiude un altro anno con un fatturato in crescita del 15,17% passando dai 1.668 milioni del 2007 ai 1.921 milioni di euro del 2008. Con un crollo del -7,44% (1.778 milioni di euro) del 2009, nel 2010 il fatturato è risalito del 7,93% con 1.919 milioni di euro. Altro picco verso l’alto nel 2011 con un fatturato chiuso con una cifra che ammonta a 2.25 miliardi, cioè un incremento del 17,25% rispetto al 2010. Nel 2012 la Ferrari S.p.A ha venduto 7.195 vetture per un fatturato di 2,251 miliardi di euro, 8% in più rispetto all’anno precedente.

Ferrari
La Ferrari 458
Foto: Håkan Dahlström [CC BY 2.0], via Flickr

Piccola discesa verso il basso nel 2013 con un fatturato che ammontava a 2,335 miliardi per poi risalire e fare l’exploit nel 2014, quando la casa automobilistica ha avuto ricavi pari a 2,762 miliardi di euro, con una crescita pari al 18,29%, con 7.255 unità consegnate (+4% rispetto alle 7.000 del 2013). Ora, nel terzo trimestre del 2015, il gruppo del cavallino rampante continua a mettere a segno risultati eccezionali. L'utile netto del 2015 si è infatti attestato sui 93-96 milioni di dollari. In crescita anche i ricavi consolidati netti che, sempre nel terzo trimestre, sono saliti a 720-730 milioni di dollari mentre l'EBITDA (il margine operativo lordo) è salito a 140-145 milioni.

I nostri servizi