I percorsi stradali per visitare la sicilia

Abbiamo tracciato dei percorsi stradali per farvi visitare la Sicilia a “colpo sicuro”.

02.09.2015

Mete imperdibili, in una roadtrip holiday indimenticabile! Tra cibo prelibato, spiagge fantastiche e antichi resti, potrai guidare spensierato e fare tappa in luoghi intrisi di fascino, di gusto e di storia. Qui sotto troverete le singole tappe per visitare l’intera costa di questo paradiso terrestre.

In collaborazione con:



1. Taormina

La nostra prima tappa sul percorso stradale è il Parco Botanico e Geologico Gole Alcantara. Qui, in uno scenario variopinto, paesaggi unici e canyon profondi fino a 50 metri, potrete fare escursioni e passeggiate con successiva degustazione di prodotti tipici.
Proseguendo sulla Strada Statale 185/SS185, sospesa tra rocce e mare, troverete Taormina, dove godrete di uno scenario dalle bellezze naturali mozzafiato. Da visitare assolutamente sono il suggestivo Teatro Greco e i Giardini della Villa Comunale.

2. Siracusa

Via A18/E45, con circa un’ora e mezza di viaggio, arriverete a Siracusa. Questa città fu una fra le metropoli greche più grandi della storia e il capoluogo della Sicilia nel periodo romano e in quello bizantino. Caratterizzata da ricchezze rinascimentali e barocche, nel 2005 è stata dichiarata Patrimonio dell'Umanità da parte dell'UNESCO. Da non perdere assolutamente è il centro storico di Ortigia, il Duomo, la Cattedrale, il Teatro Greco, la Fonte Aretusa e il Castello Maniace. La località di mare calorosamente consigliata è l’Isola delle Correnti, dove si incontrano il Mar Ionio e il Mar Mediterraneo.
I percorsi stradali ci portano a Noto, conosciuta come la "capitale del Barocco”. Nel 2002 il suo centro storico è diventato Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO. Qui assolutamente immancabile è la visita alla Riserva Naturale Orientata Oasi Faunistica di Vendicari, nota per la presenza di pantani che danno sosta agli uccelli durante le migrazioni. Approfittatene per passare da Avola, a degustare il celeberrimo Nero d’Avola, nonché la granita di mandorle di produzione locale.

3. Modica e provincia di Ragusa

Si raggiunge, via SS115 e SP17, in tre quarti d’ora di tragitto. Questa “perla siciliana” è stata inclusa, anch’essa nel 2002, tra i Patrimoni dell'Umanità dell'UNESCO. Qui potrete gustare una prelibatezza unica: il cioccolato modicano, realizzato con una particolare lavorazione "a freddo".
Poco più su l’itinerario vi fa arrivare a Ragusa, nota anche come “l’isola nell’isola” o come “l’altra Sicilia”, in quanto ha una storia diversa rispetto al resto della Regione. Sempre nel 2002 è entrata a far parte del Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO. Non perdete Ragusa Ibla, il fulcro della città di Ragusa, che dopo il terremoto del 1693 fu interamente ricostruito in stile barocco.

4. Marsala e dintorni

Dopo, con la SS115, giungete a Mazara del Vallo, a meno di 200 Km dal Nord Africa. Il vecchio centro storico presenta i tratti tipici dei quartieri a impianto urbanistico islamico. Queste sue radici arabe la rendono molto famosa per la gustosissima preparazione del cous cous di pesce. Qualche km di strada in più vi porteranno a Marsala, famosa per il suo dolce vino liquoroso.
Seguendo l’ itinerario stradale, per una giornata al sole, vale la pena dopo raggiungere San Vito lo Capo. Nel 2011 la sua spiaggia è stata eletta come la migliore d’Italia e l’ottava in Europa. Sul suo territorio è compresa la Riserva dello Zingaro, assolutamente da non perdere.

5. Palermo e dintorni

Per un altro tuffo in uno splendido mare blu, i percorsi stradali dell’A29/E90, ci aprono le porte all’Isola delle Femmine. Arrivati lì, scorgerete subito il “forte carattere” di questa città. La sua architettura, la cultura e la gastronomia hanno una cultura plurimillenaria.
Via E90, dopo 35 minuti di auto, eccoci arrivati nella splendida Palermo. Nella “città delle delizie” coabitano armoniosamente teatri neoclassici, chiese dal gusto barocco, cupole arabe, palazzi in stile liberty, settecenteschi spazi e mercati simili ai suq arabi. Impossibile non restare affascinati dalla Cattedrale di Palermo, dalla Chiesa della Martonara, dalla Cappella Palatina, dal Palazzo dei Normanni, dalla Cattedrale di Monreale, dalla Stanza al Genio, dalla Fontana Pretoria e dalle Catacombe. I mercati di Ballarò, di Vucciria, del Capo e del Borgo Vecchio (aperto anche di notte), sono luoghi fuori tempo. Qui trovate prodotti tipici imperdibili: prodotti caseari, fichi d'india, granite, gelati, cannoli, cassate, arancine, pane e panelle, sfincione, panino con la milza e “maritata”, ovvero con la ricotta, sono assolutamente da provare. Finito il giro turistico dovete lasciare lo spazio per un tuffo sulla spiaggia di Mondello,chiaramente dopo aver aspettato almeno tre ore.

6. Cefalù

A circa 70 Km da Palermo, via E90, infine giungiamo a Cefalù. Fondata mille anni a.C. è un bellissimo borgo, molto noto la sagra del gelato artigianale. Visita il Duomo di Cefalù, i ruderi della Torre di avvistamento, la Cinta Muraria Megalitica, il Teatro Comunale in cui furono girate alcune scene del “Nuovo Cinema Paradiso”. Una località davvero suggestiva, da non perdere sono poi le spiagge: Salinelle, Capo Playa, Finale di Pollina, Il Lungomare, Caldura, Mazzaforno e Sant’Ambrogio.

I nostri servizi