Viaggiare in camper: 6 consigli pratici da seguire

Viaggiare in camper o con un autocaravan può risultare stressante e complicato, ma grazie ai nostri 6 consigli non avrai problemi!

20.09.2018

Viaggiare in camper in Italia

L’Italia è un Paese perfetto per essere scoperto in camper o autocaravan. Proprio per questo abbiamo raccolto 6 consigli per viaggiare in camper senza problemi.

1. Scegli il tipo di camper che fa per te (se ancora non l'hai fatto)

Il mondo dei camper è davvero vasto e ne esistono diversissimi tipi che sono più o meno costosi ma anche più o meno facili da guidare. Vediamo assieme i tipi di camper più diffusi e quali sono quelli più adatti ai principianti.

Camper mansardato

Il camper mansardato è quello più conosciuto: presenta una protuberanza sopra il vano del guidatore che spesso contiene dei posti letto. La zona del guidatore è inoltre separata da quella abitativa.

Il camper mansardato ha diversi vantaggi come un ottimo rapporto qualità/prezzo e la possibilità di trovare diversi modelli usati.

Tuttavia, proprio per la sua forma, risulta difficile da guidare, vista la maggiore resistenza dell’aria imposta a causa della mansarda sopra al vano del guidatore.

Camper furgonato

Il camper furgonato è diverso dagli altri poiché si avvicina di più ad un'auto monovolume per la quantità di ingombro ed l'effettiva guidabilità su strada.

I vantaggi sono numerosi: ha un costo di mantenimento minore e una migliore guidabilità date le dimensioni contenute. I costi d'acquisto possono, tuttavia, essere più elevati.

Motorhome o camper integrale

Il motorhome, conosciuto anche come integrale, è la categoria di camper più grande in assoluto: ha l’abitacolo del guidatore e l’unità abitativa congiunta.

Proprio per le sue grandi dimensioni è prediletto da famiglie numerose o chi ha bisogno di molto spazio.

Tutte queste caratteristiche rendono il camper integrale estremamente costoso e, a causa delle sue dimensioni, è necessario essere dei camperisti esperti per poterlo guidare correttamente.

Camper semintegrale

Il camper semintegrale è simile a quello mansardato ma con un’aerodinamica migliore, dato che la mansarda ha dimensioni più contenute. È la categoria più adatta per i camperisti che vivendo in città hanno bisogno di un camper meno ingombrante per il rimessaggio.

2. Non dimenticare le regole amministrative per i camper

Anche chi guida i camper deve seguire delle regole amministrative precise. Infatti secondo il codice della strada, per guidare un autocaravan è necessaria la patente B. I camper, come tutte le autovetture, devono essere sottoposti alla prima revisione 4 anni dopo la prima immatricolazione e in seguito una volta ogni 2 anni.

Lo smaltimento di rifiuti biologici deve essere effettuato presso impianti di smaltimento igienico-sanitari appositi.

Infine, per guidare un camper in Italia occorre avere una polizza assicurativa R.C.A. per coprire eventuali danni a cose o persone causate da incidenti.

3. Fai i dovuti controlli prima di partire con il camper

Prima di partire per un viaggio in camper non dimenticarti di effettuare la manutenzione del veicolo per evitare possibili guasti o problemi alla guida. Per quanto riguarda la parte del veicolo è importante controllare:

  • livello dell’olio,
  • corretto funzionamento dei dispositivi luminosi,
  • indicatori e luci di posizione,
  • corretto orientamento degli specchietti retrovisori,
  • tergicristallo, usura dei freni,
  • pressione degli pneumatici.

Per l’unità abitativa invece è necessario assicurarsi che i seguenti impianti funzionino correttamente:

  • impianto elettrico,
  • impianto igienico,
  • impianto gas,
  • riscaldamento.

4. Segui le regole per guidare in modo sicuro

Essendo un veicolo decisamente ingombrante, occorre prendere alcuni accorgimenti per evitare di essere d’intralcio alla circolazione o mettere in pericolo altri guidatori.

  1. I camper di massa complessiva a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate hanno un limite massimo di velocità in autostrada di 100 km/h, mentre sulle strade extraurbane di 80 km/h.
  2. Nella parte posteriore devono esserci dei contrassegni indicanti la velocità massima consentita.
  3. Durante la marcia non è possibile stare in piedi all’interno dell’unità abitativa, nemmeno per brevi periodi.
  4. Salda in modo adeguato tutti i bagagli o gli utensili per evitare che cadano quando sei in viaggio.

5. Prima di partire studia l'itinerario per gli autocaravan

Prima di partire per un viaggio in camper assicurati di tracciare un itinerario tenendo conto di 2 fattori principali: la tipologia di strada (autostrada, strada di montagna, ecc) proprio per evitare percorsi difficili o troppo stretti e la distanza fra le aree di sosta attrezzate con acqua, elettricità e punti di scarico rifiuti.

Un'altra informazione da controllare è la collocazione di eventuali officine o centri specializzati nel caso in cui qualcosa si rompesse.

6. Fai una checklist per il camper

Quando viaggi in camper ti capiterà di fermarti diverse volte e dover compiere, prima e dopo la sosta, diverse azioni come accendere o spegnere gli impianti luce, gas e acqua oppure la bombola del gas nonché riposizionare tutti gli oggetti in modo sicuro.

Una checklist delle azioni più importanti da non dimenticare è sicuramente molto utile.

I nostri servizi