Valutazione Ferrari usate: il prezzo di una dream car

Pochi marchi sono associati all’eccellenza come le Ferrari: veloci, leggere, emozionanti come nessun’altra, le auto del cavallino rampante sono molto ambite.

Rappresentano il desiderio di una vita, ma non sono per tutti. Al di là del prezzo, le Ferrari richiedono dedizione ed esperienza. Sono auto esclusive, dietro le quali ci sono anni di innovazione tecnologica e amore per le quattro ruote.

Chi possiede una Ferrari si ritrova con un prodotto desiderato da molti, ma accessibile a pochi: la valutazione Ferrari usata risentirà molto di questo aspetto. Noicompriamoauto.it accetta Ferrari usate senza difficoltà.

Valutare
Fissa un appuntamento

Valutazione
professionale

Ottieni l'offerta e
confrontala con le altre

Vendita diretta in qualsiasi momento

1. Valutazioni Ferrari usate, dalla Testarossa alla 360 Modena

È il 1947 quando la neonata scuderia Ferrari nasce e produce a Maranello la 125 S, disponibile oggi in due soli esemplari; da allora la storia della casa automobilistica è stata lunga e ricca di successi, sportivi e tecnologici, con modelli al top della categoria desiderati dagli appassionati di auto di tutto il mondo. È un marchio esclusivo, diventato con il tempo uno status symbol e un oggetto estremamente desiderabile.

Tanto che il suo nome viene associato al lusso come pochi altri: più dei marchi di alta moda, più delle imbarcazioni private. Il nome “Ferrari” significa eccellenza e scuote gli animi. Nel 2015 la classifica di «The brand Finance Global 500» ha incoronato il marchio modenese come il più potente al mondo, battendo aziende onnipresenti come Google e Coca Cola.

Il segreto? Nonostante le Ferrari siano appariscenti e abbiano fascino, meritano il loro successo. Sono auto dalle performance spettacolari, che gli altri gruppi automobilistici spendono milioni di Euro in ricerca per eguagliare. Non solo le loro vittorie sportive sono ancora ineguagliate, ma il processo produttivo e commerciale delle Ferrari è completamente diverso rispetto alle auto tradizionali. Ad esempio: essere ricchi non è sufficiente per possederne una.

2. Perché la valutazione delle Ferrari è particolare?

Se è vero che un tempo il numero di esemplari prodotti era molto limitato, oggi si possono trovare Ferrari sul mercato con più facilità; la produzione col tempo si è accumulata, oggi si trovano anche più Ferrari usate; ma è anche vero che la casa ha diversificato i modelli (si parla addirittura di un SUV in futuro). Per avere un’auto nuova prodotta a Maranello, però, i soldi non bastano: spesso è Ferrari a scegliere la sua clientela, il processo di selezione è molto meticoloso e mantenere una supercar non è per tutti non solo economicamente, ma a livello di energie e tempo.

L’intenzione della Ferrari è chiara: un prodotto all’avanguardia deve essere anche esclusivo, e merita la cura che chi è interessato ad un semplice status symbol non è in grado di dare. Chi compra una Ferrari ha quindi due vantaggi: da un lato un bene per cui la domanda è superiore all’offerta, visto che non tutti possono averla; dall’altro un bene che ha valore alto e anticipa i tempi. In alcuni casi il valore di alcuni modelli aumenta negli anni proprio perché si tratta di pietre miliari dell’industria automobilistica. La valutazione di Ferrari usate segue logiche particolari, e ci sono alcune strategie da seguire se si vuole ricavarne il massimo possibile dalla vendita, nel caso se ne possegga una.

3. La valutazione di Ferrari usate dipende da tanti fattori

In una Ferrari ogni singolo componente rappresenta il meglio disponibile sul mercato, ma è anche la soluzione migliore in relazione all’intero corpo macchina: le Ferrari hanno una struttura complessa, creata per garantire prestazioni eccellenti.

Questo vuol dire che rispetto a un’auto di serie le sportive prodotte a Maranello avranno una carrozzeria prodotta con i materiali più leggeri disponibili o addirittura inventati ad hoc; l’abitacolo sarà costruito con un livello di comfort e un’impostazione sportiva che il mercato di massa impiegherà decenni ad eguagliare. Insomma chi ha una Ferrari possiede un’auto del futuro, dal design senza tempo. Ecco perché chi compra una Ferrari deve tener conto di alcune cose prima della quotazione.

  • Investimento - Le Ferrari nuove costano tanto (in media 300.000 €) ma è anche vero che hanno una filosofia diversa. Chi le compra può permettersi spese di acquisto e mantenimento, senza contare che non sta cercando un’auto “per spostarsi o fare la spesa”: cerca un’auto di prestigio che mette un mix unico di stile, emozioni e innovazione al primo posto. Molti modelli sono capolavori da museo. Le Ferrari però seguono logiche particolari: conta quanto è raro il modello, e i proprietari devono stare attenti a non svendere la loro, soprattutto in caso di necessità economica, perché si tratta di auto progettate per diventare classici. In alcuni casi il valore sale nel tempo. Negli ultimi anni il mercato dell’usato è cresciuto in Italia anche per il Cavallino Rampante. Non è difficile leggere annunci di fuoriserie usate, ed è bene ricordarsi che una Ferrari è speciale.

  • Attenzioni speciali - Le valutazioni Ferrari usate saranno tanto più alte quanto il proprietario è stato capace di infondere alla sua fuoriserie la cura religiosa richiesta. Chi la compra deve avere necessariamente un garage, perché una Testarossa non è qualcosa che si può parcheggiare nel vicolo dietro casa senza aspettarsi attenzioni dei malintenzionati o danni. Allo stesso tempo le Ferrari non sono auto da lasciare parcheggiate in garage: il loro motore muscoloso, proprio come i muscoli, ha bisogno di esercizio. Le Ferrari hanno tempi di accelerazione da supercar, uno stile di guida diverso che nelle mani sbagliate si può rivelare fatale. E l’assicurazione deve coprire adeguatamente tutti i danni, che devono essere riportati alla casa madre. Le auto di Maranello non sono per sprovveduti, insomma.

  • Alimentazione - Avere una Ferrari da guidare è un’emozione unica. L’odore degli interni, il rombo del motore che si propaga fin sotto i sedili, il design seducente che cattura le attenzioni di tutti, le prestazioni quasi perfette, i motori potenti. In attesa dell’elettrico, però, queste emozioni hanno un costo, che si somma a quelli di manutenzione: la benzina. Un V12 è performante e consuma parecchio carburante, anche se le Ferrari sono ultraleggere. Quando si vuole rivendere la propria auto, è bene accertarsi che i potenziali compratori abbiano questo aspetto molto chiaro.

  • Manutenzione regolare - Tutte le macchine devono fare i tagliandi, perché le auto sono oggetti complessi. Una marmitta malandata può compromettere lo stile di guida. Un vetro rotto può modificare i coefficienti di aerodinamicità rallentando il corpo macchina. Un buco nel posto sbagliato e l’intera esperienza è compromessa. Per le Ferrari questo discorso vale 100 volte di più: costano tanto e sono un investimento al pari di una casa, e il suo valore dipenderà dal fatto che ogni componente funzioni alla perfezione. Altrimenti la valutazione della propria Ferrari usata sarà bassa. Chi ne possiede una deve mettere in conto visite regolari da meccanici autorizzati.

  • Burocrazia - Le supercar sono belle, veloci, divertenti da guidare… ma vengono spesso osteggiate dalla burocrazia. Oltre a bollo e assicurazione formulati ad hoc, ci sono divieti di circolazione nei centri abitati. Il motivo? Soprattutto questione di decibel, perché i motori delle supercar producono vibrazioni nell’ambiente circostante superiori a quelle consentite dalla legge. Spesso circolare richiede permessi speciali e bisogna informarsi su cosa la legge preveda; un discorso a parte va fatto per le auto d’epoca (quelle con oltre 30 anni di vita), che possono circolare solo su tragitti prestabiliti per eventi specifici.

4. Le Ferrari usate più ricercate

Nonostante il prezzo di ingresso, ci sono modelli Ferrari tutto sommato accessibili. Con le nuove tecnologie e con Noicompriamoauto.it il mercato dell’usato si sta smuovendo, e di recente gli automobilisti che amano i modelli speciali iniziano a cercare anche le Ferrari. Non necessariamente si devono sborsare somme a sei cifre per guidare un’auto del Cavallino.

Ferrari Mondial 8

Quest’auto è molto richiesta nel mercato dell’usato per un motivo particolare: la si può comprare per circa 30.000 euro. La Mondial 8 venne creata per volere dello stesso Enzo Ferrari, che decise di affidare il design a Pininfarina e di introdurre elementi stilistici rivoluzionari. Venne abbandonata l’estetica affusolata “a cuneo” dei modelli precedenti, in favore di uno stile dinamico più sportivo con le famose griglie laterali e frontali. Gli interni adottano la pregiata pelle Connolly, una delle soluzioni più pregiate (l’azienda britannica è fornitore di Rolls Royce). Di questa auto sono state prodotte diverse versioni fra il 1980 e il 1993 per un totale di 6000 unità circa: è stato un modello il cui scopo era di far conoscere il marchio e le sue emozioni, ma data la sua diffusione oggi la si trova a un prezzo inferiore delle altre. Per molti è la porta di accesso al mondo Ferrari e alle supercar in generale.

Ferrari Testarossa

La Ferrari Testarossa è uno dei simboli degli anni ‘80: è la supercar guidata in Miami Vice, una delle serie cult del decennio. L’estetica accattivante consolida le innovazioni della casa e le porta a un pubblico di 7177 clienti: estetica aerodinamica e performance che lasciarono tutti di stucco. Merito del motore 12 cilindri capace di portare la Testarossa oltre i 290 km/h. Questa supercar uscì di produzione nel 1996, dopo essere stata prodotta in poco meno di 10.000 esemplari. Ha rappresentato l’auto di punta di Maranello per oltre un decennio.

Ferrari 456

La Ferrari 456 GT (Gran Turismo) è una coupé prodotta dal 1992 al 2004, e che incarna gli stilemi della casa all’alba del nuovo millennio. Nata per rimpiazzare la ormai datata 412, questa auto ha avuto un notevole successo di pubblico, anche grazie ad alcuni dettagli progettati da Pininfarina. È riconoscibile per i suoi fari a scomparsa; il motore, invece, è un classico 12 cilindri perfezionato da Ferrari per prestazioni eccellenti. È molto apprezzata per la cura degli interni: tra i collezionisti la si trova per un prezzo vicino ai 60.000 €.

Ferrari Enzo

Realizzata in soli 400 esemplari, la Ferrari Enzo nasce per i 55 anni della casa ed è dedicata al suo fondatore. Anche qui Maranello si affida alla Pininfarina per il design, con il contributo del giapponese Ken Okuyama: il risultato è una supercar dal fascino mondiale, all’avanguardia tecnologica. Era in grado di passare in 3,65 secondi da 0 a 100 Km/h: al momento dell'uscita, era la Ferrari stradale di serie più veloce mai prodotta grazie al suo motore da 660 cavalli. La carrozzeria impiegava un avveniristico rivestimento in fibra di carbonio e nido d'ape d'alluminio. Si tratta di uno dei modelli più esclusivi e introvabili: era la Ferrari stessa a contattare clienti che già possedevano o avevano posseduto un totale di cinque modelli Ferrari. La valutazione Ferrari usate si manterrà abbastanza alta.

Ferrari F355

Si tratta della 2 posti più desiderata negli anni ‘90, tanto che la Ferrari ne ha proposto 3 versioni differenti: la coupé, la spyder e la targa (con tetto rigido asportabile). Fu una delle prime auto ad impiegare in maniera copiosa le novità tecnologiche testate dal mondo della Formula 1: iniezione elettronica e sospensioni a controllo elettronico (regolabili direttamente dall'abitacolo con impostazione Normale o Sport). La si può trovare per 100.000 €.

Ferrari California

La California è il primo modello Ferrari ad essere dotato di una carrozzeria coupé-cabrio con capote ripiegabile interamente in metallo, e ha dato inizio ad una nuova serie di modelli che culmina con l’attuale Portofino. Questa vettura segna una svolta vera e propria nella filosofia Ferrari: è una vettura concepita per essere usata nella vita di tutti i giorni, ideale anche per guide sportive su itinerari turistici. Pur sembrando un abbandono della filosofia tradizionale, è alla guida e nella costruzione che mostra tutta l’identità di Maranello: interni di lusso comodissimi e guida sportiva con “manettino” al volante, impiega innovazioni che arrivano direttamente dalla formula uno. Una delle ferrari più vendute di sempre, disponibile in oltre 8000 esemplari e molto richiesta per comfort e versatilità.

Ferrari 360 Modena

Ha sostituito la F355, ed è una berlinetta sportiva a due posti dalle forme affusolate e morbide. Abbandona gli stilemi della generazione precedente, in particolar modo le linee rette e i fari a scomparsa, mostrando un aspetto semplice, futuristico e senza età. Viene venduta a poco più di 80.000 € nel mercato dell’usato, ma le versioni Challenge e Stradale impiegano soluzioni tecniche all’avanguardia e comportano una spesa di molto superiore.

Ferrari FF

Si tratta di una delle 4 posti più desiderate, che succede la già amata 612 Scaglietti. In questo caso, però, lo stile è più audace, con una filosofia Hatchback poco diffusa fra le auto di Maranello; sotto il profilo della meccanica, invece, rimane il classico V12. Dispone la trazione integrale e una trasmissione all’avanguardia che la rendono una delle Ferrari dalla guida più versatile di sempre. I prezzi, però, sono elevati anche nell’usato: questo modello è uscito di produzione solo nel 2016.

5. Una Ferrari è per sempre, ma se vuoi venderla?

La prima difficoltà è trovare un compratore che ne capisca davvero di automobili, che sappia cioè quali sono le cure che una macchina del genere comporta. Il secondo problema è trovare un acquirente che possa permettersela: qualcuno per cui la valutazione Ferrari usata sia accettabile.

A causa del loro elevato costo, molti potenziali acquirenti chiedono sconti; basta il minimo dettaglio fuori posto e la quotazione scende di molto. E come dargli torto: le Ferrari sono anche auto per collezionisti, e tutto deve essere immacolato. Poi arriva il pagamento: non tutti possono sborsare la cifra necessaria, e il rischio di truffe è in agguato. Come fare?

Valutazione

Fortunatamente qui su Noicompriamoauto.it compriamo auto per il loro vero valore, e rispettiamo le quotazioni delle Ferrari indipendentemente dalla popolarità del modello. Quello che conta è il giusto prezzo della vettura.Si inizia dallo strumento di valutazione: dopo una prima stima online, prenotando un appuntamento con un esperto si otterrà una stima accurata del valore della macchina.

Perizia

Verranno valutate tutte le componenti e ti faremo un'offerta non vincolante: sarai sempre tu a decidere se accettare o meno. In caso affermativo, riceverai un bonifico sicuro e tracciabile sul tuo conto corrente. Le Ferrari non sono per tutti, questo è chiaro: proprio per questo venderne una è un’operazione molto complicata e che renderemo estremamente facile.

Pagamento sicuro

Ci occuperemo anche della burocrazia, permettendoti di vendere la tua sportiva entro 24 ore e riceverai un pagamento sicuro e veloce, tramite conto corrente bancario. Chi la detto che le valutazioni di Ferrari usate debbano essere complicate? Vendi la tua vecchia fuoriserie e passa a un modello nuovo: con Noicompriamoauto.it sarà più facile del previsto.

Valutazione gratuita del tuo veicolo in un clic