Valutazione Jeep? Ottenerne una buona è possibile

Pochi marchi sono associati ad uno stile di guida come le Jeep: nel linguaggio comune il marchio viene usato addirittura per indicare tutte le vetture 4x4.

Si tratta di auto versatili, capaci di andare su tutti i terreni e dalla qualità costruttiva elevata. Sono sicure, spaziose, ben fatte. Tutto questo ha un prezzo: trovare un acquirente per macchine ingombranti e con uno stile di guida particolare non è sempre facile.

La soluzione c’è: su Noicompriamoauto.it potrai vendere qualsiasi tipo di auto, indipendentemente dal tipo di trazione e dalle dimensioni. Vendere la tua Jeep sarà semplicissimo!

Valutare
Fissa un appuntamento

Valuta online la tua auto

Ottieni una perizia non vincolante

Vendi solo se lo vuoi

1. Valutazione Jeep: un’auto che va davvero ovunque

Quasi tutti capiscono di cosa si parla quando si dice “Jeep”: tutti pensano ad una vettura a trazione integrale, capace cioè di andare su tutti i tipi di terreno grazie alla trazione delle 4 ruote motrici. Molti pensano che la popolarità delle Jeep sia legata a una moda del momento, mentre ci sono tante innovazioni tecniche spesso all’avanguardia, che giustificano la scelta e la valutazione Jeep. Dietro questo marchio versatile come pochi, infatti, si nasconde una storia particolare.

È il 1941 quando il governo americano richiede un’auto capace di supportare le truppe militari in Europa: il risultato dello sforzo costruttivo Ford e di altre industrie finanziate dal governo è la Willys MB, costruita fino al 1947. L’auto viene denominata “Government P”, un’auto con il modello costruttivo Ford P (con il passo di 203 cm) destinato a forniture governative; o anche una “General Purpose”.

Da GP a Jeep il passo è breve: Jeep era un animale presente nei cortometraggi di Braccio di ferro, noto per la sua agilità, tratto distintivo del modello. Le innovazioni di questo veicolo militare si diffondono anche nel mercato civile, finché nel 1987 la proprietaria Chrysler decide di farne un marchio a sé. Tutti conoscono la Jeep, che diviene assieme a Land Rover una delle scelte imprescindibili di chi vuole una 4x4. Oggi Jeep appartiene alla galassia Fiat, e il popolarissimo modello Renegade rappresenta l’inizio del nuovo corso.

Cosa rende le Jeep così desiderate?

Innanzitutto la versatilità: se è vero che non tutte le Jeep hanno la trazione a 4 ruote motrici, in genere si tratta di macchine robuste capaci di durare a lungo. Uniscono performance affidabili ad un design ricco di carattere; la guida è capace di adattarsi a tante situazioni, visto che quando si è off-road basta azionare la modalità 4WD. Neve, fango, sabbia, colline, terreni rocciosi: le Jeep 4x4 sono una scelta d’obbligo per chi vive immerso nella natura e ha bisogno di una trazione in più per uscire da terreni particolari.

E poi c’è il fattore emotivo: come avviene con molti SUV, spesso è l’estetica a prendere il sopravvento sulla valutazione Jeep. Oggi i modelli della casa americana sono molto più diversificati che in passato; sono diventate auto per famiglie, con la piccola Renagade capace di adattarsi alle piccole città europee grazie all’expertise condivisa da Fiat. Tant’è che viene prodotta in Italia, negli stabilimenti di Melfi e la valutazione Jeep si mantiene abbastanza alta.

2. Cosa rende le Jeep davvero speciali?

Una buona valutazione Jeep dipende da tanti fattori, in primis lo stato delle componenti. La capacità di movimento delle auto dalla griglia a sette prese dipende da un sistema interconnesso di trazione e dispositivi di sicurezza; se una componente è manomessa o il proprietario non se n’è preso cura, la valutazione Jeep scende. Ecco le caratteristiche del marchio americano, essenziali per una buona valutazione della propria Jeep usata.

  • Trazione - I sistemi di trazione a quattro ruote motrici (noti come 4x4 o 4WD) permettono agli alberi di trasmissione anteriore e posteriore di girare a velocità diverse, facendo leva su tutte e quattro le ruote per uscire da situazioni inusuali. Nelle auto tradizionali la trazione è anteriore o posteriore, il che vuol dire che con una 4x4 si ha una maggiore aderenza sul terreno, soprattutto se questo terreno è irregolare. Una off-road è ideale per chi si trova a guidare su una strada particolarmente ripida (con pendenze oltre il 14%) o dove la strada è poco asciutta. Avere una macchina versatile non vuol dire che si ripara da sola: per avere una valutazione Jeep buona bisogna assicurarsi di aver fatto i tagliandi e di non aver guidato sull’asfalto regolare con la modalità 4WD inserita: il rischio è quello di danneggiare gli alberi della trasmissione.
  • SUV e 4x4 non sono la stessa cosa - Si dice Jeep ma non è detto che il modello abbia necessariamente le 4 ruote motrici. Solo la Wrangler è offerta esclusivamente come fuoristrada, mentre chi acquista gli altri modelli dovrà fare attenzione a cosa scegliere. Contrariamente a quanto si pensa, non tutti coloro che comprano una Jeep vogliono una 4x4, ma spesso si limitano ad apprezzarne l’estetica. La valutazione Jeep usate, quindi, risentirà molto della domanda locale: in zone di montagna probabilmente le versioni a trazione integrale saranno più richieste.
  • Dimensioni - Le Jeep sono auto nate per trasportare carichi considerevoli o per sostenere viaggi lunghi, di solito in autostrada e in spazi aperti. Questo vuol dire che la maggior parte dei modelli ha dimensioni considerevoli, non certo adatte a muoversi tra i cunicoli di un centro urbano con agilità. Questo aspetto potrebbe influenzare molto la valutazione Jeep, ma ci sono le dovute eccezioni: Wrangler e Renegade hanno ingombri molto contenuti; inoltre con i motori diesel di Fiat anche le prestazioni sono più adatte alla guida in città.
  • Cura - Avendo l’aspetto di auto da sommossa, si crede che le Jeep possano tollerare un certo grado di trascuratezza. Paraurti pieni di fango, graffi sulla carrozzeria e interni pieni di sabbia sono i segni di un’auto che ha vissuto senza problemi, no? Niente di più sbagliato: per mantenere una valutazione Jeep alta bisogna assicurarsi che lo stato delle componenti sia sempre ottimo. Se dopo essere usciti da una pozza piena di fango fate ritorno al garage di casa vostra, assicuratevi che le tracce di usura siano state rimosse prima di rivendere l’auto. Il rischio? Di abbassare la valutazione Jeep più del previsto.

3. Le Jeep più richieste

Chi compra una Jeep lo fa pensando al giusto mix tra praticità, estetica robusta e investimento a lungo termine. La valutazione Jeep usata dipenderà molto dal mercato di riferimento o dal modello, nonché dallo stato delle componenti: avere una buona quotazione per una Jeep Renegade usata sarà relativamente facile.

Se è vero che alcuni modelli sono più popolari di altri, vale sempre una regola per le Jeep: bisogna effettuare manutenzione e pulizia regolari, esattamente come si farebbe per qualsiasi altra macchina. Ecco i modelli più richiesti.

Jeep Renegade

La Jeep Renegade è il mini-SUV chiave della nuova strategia del marchio: nato dopo la fusione tra Fiat e Chrysler, questo modello unisce l’expertise italiana delle piccole alla robustezza americana della casa. Si tratta del modello simbolo della fusione tra le due aziende e su cui FCA ha investito di più: lunga 4,23 metri, alta 1,69 e larga 1,80 - con un passo di 2,57 metri - questo piccolo SUV si adatta alla vita in città e rappresenta per molti il modello di accesso al marchio, sia per costi che per caratteristiche tecniche. I costi di un nuovo modello sono quelli di una berlina media, e le dimensioni sono contenute come in molte auto familiari. La Jeep Renegade è insomma un modello mainstream che cerca di piacere a più mercati; non a caso viene prodotta negli stabilimenti italiani di Melfi, in Cina e in Brasile. Disponibile sia come 4x4 che a trazione classica: la valutazione Jeep si manterrà alta perché il modello è molto richiesto in tutte le versioni.

Jeep Wrangler (+ due porte)

La Jeep Wrangler è un modello iconico, che rappresenta tutta la filosofia tecnologica del marchio: si tratta di un fuoristrada dalle linee robuste ed essenziali, capace di andare ovunque e progettata per durare a lungo. Gli aspetti fondamentali del modello (architettura e design) hanno subito poche variazioni dal 1987 a oggi: il modello è simbolo di affidabilità, e viene apprezzato per le sue doti stradali. Si tratta del fuoristrada classico e senza fronzoli della casa: la valutazione Jeep si manterrà alta in zone dalle superfici sconnesse, dove c’è bisogno di un fuoristrada che fa il suo dovere. È disponibile sia a due porte che a quattro, ed ha sempre la trazione integrale: la Jeep wrangler è il fuoristrada per eccellenza, la cui griglia a sette prese d’aria ha ispirato i modelli più recenti.

Jeep Compass

La Jeep Compass è un SUV dalle dimensioni più generose rispetto ai modelli Wrangler e Renegade e proprio per questo è stata pensata con in mente il mercato americano, dove i SUV crossover (quelli, cioè a metà tra berlina e monovolume) sono l’auto del momento. L’auto è disponibile sia a trazione integrale che anteriore e nel 2017 è andata incontro ad un restyling. I prezzi, tutto sommato accessibili per chi cerca un’utilitaria, ne fanno una delle auto di riferimento del segmento C scelta ideale per chi ha una famiglia o fa lunghi tragitti trasportando bagagli. Ha un’estetica molto moderna ed ha superato brillantemente i test di sicurezza Euro NCAP: le valutazioni Jeep Compass sono particolarmente buone, soprattutto se l’auto si trova in buono stato.

Jeep Cherokee

La Jeep Cherokee è stato uno dei capisaldi della produzione del marchio americano, ed è una monovolume di dimensioni medio-grandi capace di essere molto versatile. È l’unica auto veramente globale del gruppo FCA Automobiles, visto che è presente in ogni mercato automobilistico in cui il gruppo opera. L’ultima generazione condivide il pianale con le berline Alfa Romeo, ha uno stile più europeo con linee meno squadrate ed un’estetica più tondeggiante; anche la dotazione merita delle lodi, visto che il nuovo modello del 2013 era il fuoristrada compatto più sicuro in assoluto. Insomma: una garanzia per chi cerca un SUV spazioso ma non troppo.

Jeep Grand Cherokee

La Jeep Grand Cherokee è un SUV spazioso molto amato dal pubblico americano, giunto ormai alla quarta generazione e l’auto più grande disponibile sul catalogo della casa americana e il top di gamma. È una sorta di visione Jeep del concetto di ammiraglia, e come tale oltre ad avere le dimensioni maggiori è l’auto del marchio che raggruppa le novità tecnologiche più all’avanguardia. Soprattutto la versione a quattro ruote motrici rappresenta il non plus ultra del concetto di fuoristrada: le valutazioni Jeep si mantengono alte. Curiosità: l#ultimo modello è stato il primo commercializzato sotto l’egida Fiat dopo gli accordi con l’amministrazione Obama per salvare la Chrysler (allora in bancarotta). L'abitacolo spazioso e il bagagliaio capiente mantengono la valutazione Jeep abbastanza alta, soprattutto fra chi ha una famiglia numerosa.

Jeep Patriot

Questo modello non è più in produzione, essendo stato soppiantato dalla Jeep Compass; ciononostante, essendo stato prodotto fra il 2010 e il 2017 in numerosi esemplari, non è difficile da incontrare sul mercato. Si tratta come la Cherokee di una quattro porte station wagon dall’assetto rialzato, sebbene di dimensioni inferiori. È uscita di scena, ma conta numerosi estimatori e grazie alla versatilità tipica delle Jeep il suo valore si mantiene alto nel tempo; proprio per questo la valutazione Jeep dopo la vendita è soddisfacente.

4. Ricevi un’ottima valutazione per la tua Jeep usata

Le Jeep hanno stile, ma non sono per tutti: la guida e le dimensioni soddisfano esigenze particolari, ergo trovare clienti non è una cosa semplice, soprattutto in città. E poi il prezzo potrebbe essere elevato per l’acquirente medio: anche se la quotazione di una Jeep usata è inferiore al prezzo del nuovo, non tutti possono permettersi un SUV Jeep. Come fare, allora?

Valutazione

Una prima soluzione è vendere su Noicompriamoauto.it. Si inizia dallo strumento di valutazione online, con cui è possibile ottenere una stima del valore della propria auto. Questa stima tiene conto di numerosi fattori, non solo della popolarità del modello come avviene con altri strumenti di quotazione.

Perizia

Una volta scoperto il valore della propria Jeep, questa stima verrà completata da un appuntamento dal vivo per una perizia gratis con uno dei nostri esperti. Basta scegliere la filiale più vicina a casa, ed puoi essere certo che la valutazione della tua Jeep usata terrà conto dello stato reale della vettura.

Pagamento sicuro

Prima di vendere si ottiene un'offerta non vincolante, e sarai sempre tu a scegliere se accettare o meno. Il pagamento sarà veloce e sicuro, senza contanti: riceverai il pagamento tramite bonifico bancario. Vendere la tua vecchia Jeep sarà facilissimo, e chi lo sa: magari potrai passare ad uno degli ultimi modelli.

Valutazione gratuita del tuo veicolo in un clic