Vendo auto senza documenti: è possibile?

Si può vendere un’auto senza possedere documenti validi? No: per il passaggio di proprietà c’è bisogno del Certificato di Proprietà dell’intestatario dell’auto.

Se non hai con te i documenti del tuo veicolo, puoi sempre rivolgerti agli enti competenti per richiedere subito una nuova copia: otterrai tutti i documenti utili per cedere la tua vettura al nuovo proprietario, dopodiché sarai pronto per la vendita della tua auto.

A chi puoi rivolgerti? Noicompriamoauto.it offre un servizio gratuito di valutazione e si occupa di tutte le pratiche burocratiche, compreso il passaggio di proprietà.

Valutare
Fissa un appuntamento

Valuta online la tua auto

Ottieni una perizia non vincolante

Vendi solo se lo vuoi

1. Furto o smarrimento dei documenti dell’auto: cosa fare?

In caso di furto o smarrimento dei documenti della tua auto, come il libretto di circolazione (detto anche carta di circolazione) o il Certificato di Proprietà (CdP) è necessario presentare la denuncia presso le Forze dell’Ordine. Soltanto dopo è possibile richiedere una nuova copia di essi agli uffici competenti.

Cosa fare se si smarrisce il libretto di circolazione

Il libretto di circolazione è un documento essenziale e costituisce, legalmente, un’attestazione che legittima il mezzo alla circolazione su strada in quanto ritenuto idoneo a tale funzione. In caso di smarrimento o furto del libretto di circolazione, la prima cosa da fare è sporgere denuncia presso gli organi di Polizia o Carabinieri, entro 48 ore. Questi ultimi provvederanno a rilasciare un permesso provvisorio di circolazione, valido per la durata della procedura della duplicazione del libretto di circolazione. Le stesse autorità provvederanno a richiedere alla Motorizzazione il duplicato del documento, e si possono aprire due scenari possibili:

  1. In caso di risposta positiva, la Motorizzazione Civile invierà il duplicato del libretto di circolazione direttamente presso il domicilio del richiedente entro 45 giorni. Il costo del duplicato del documento è di 9 euro, e avviene tramite pagamento in contrassegno.
  2. In caso di risposta negativa, bisognerà recarsi personalmente alla sede della Motorizzazione, muniti di permesso di circolazione provvisorio rilasciato dalle forze dell’ordine; certificato di proprietà del veicolo; carta di Identità valida; e permesso di soggiorno (in caso di cittadino extracomunitario).

Cosa fare se si smarrisce il Certificato di Proprietà (CdP)

Anche nel caso di furto o smarrimento del Certificato di Proprietà, l’intestatario del veicolo dovrà presentare la denuncia alle Forze dell’Ordine. Per ottenere invece un nuovo Certificato di Proprietà bisognerà recarsi allo Sportello Telematico dell’Automobilista di una delegazione ACI o di un’agenzia di pratiche automobilistiche muniti di denuncia; fotocopia di un documento valido dell’intestatario del veicolo; due copie del modello NP3C compilato e firmato dall’intestatario, reperibile presso gli Sportelli Telematici dell’Automobilista delle unità territoriali PRA e degli uffici della Motorizzazione Civile.

I costi per il nuovo documento sono di 13 euro per gli emolumenti ACI, ai quali vanno aggiunti nel caso di deterioramento dell'originale 48 euro per l’imposta di bollo. Se invece ci si rivolge ad un’agenzia di pratiche automobilistiche ai costi previsti per legge va aggiunta la tariffa del servizio di intermediazione.

2. Re-immatricolazione di un veicolo

Ci sono casi in cui un veicolo viene cancellato dal Pubblico Registro Automobilistico (PRA) e bisognerà effettuare la re-immatricolazione. Vediamo nel dettaglio quali possono essere le cause:

Smarrimento, furto o distruzione della targa

In caso di furto, smarrimento o distruzione di una o di entrambe le targhe, è necessario effettuare la denuncia alla Polizia, entro 48 ore. Dopo 15 giorni dalla denuncia, se le targhe non sono state ritrovate, è possibile richiedere la reimmatricolazione del veicolo al PRA. Per la reimmatricolazione del veicolo è necessario presentare la richiesta, attraverso il modello DTT2119 (reperibile presso gli uffici della Motorizzazioni), presso uno STA (Sportello Telematico dell'Automobilista), compilato e sottoscritto dall’intestatario del veicolo.

Bollo auto non pagato

Nel caso in cui non viene pagato il bollo auto per tre anni consecutivi e vengono ignorati gli avvisi della Regione, dopo 30 giorni le Forze dell’Ordine ritireranno la carta di circolazione, le targhe e la cancellazione al Pubblico Registro Automobilistico (PRA), insomma si dovrà dire addio al proprio veicolo. In tal caso per poter transitare su strada bisognerà immatricolare nuovamente il proprio veicolo.

3. Come vendere la tua auto a Noicompriamoauto.it

In relazione a quanto appena detto, vendere un’auto senza documenti non è possibile: prima di procedere alla vendita del proprio usato bisognerà sistemare tutti i documenti. Una volta sistemato tutto potrai rivolgerti a Noicompriamoauto.it: siamo attivi con più di 50 filiali sparse su tutto il territorio italiano, offrendo un servizio di valutazione gratuito, sia online che filiale.

Riceverai una valutazione personalizzata fatta direttamente da un nostro esperto in filiale, che ti comunicherà subito un’offerta di acquisto - non vincolante. Nel caso in cui decidessi di vendere la tua auto, riceverai la somma concordata tramite un sicuro e tracciabile bonifico bancario, e inoltre non dovrai occuparti delle pratiche burocratiche poiché a quello ci penseremo noi, compreso il passaggio di proprietà.

Valutazione gratuita del tuo veicolo in un clic