È possibile comprare airbags usati o inutilizzati in Italia?

Vendere airbag in Italia è una cosa davvero che chiunque potrebbe fare? Proviamo ad approfondire la questione.

08.08.2018

Vendere airbag

Gli airbags sono da anni presenti sulle vetture che si utilizzano ogni giorno, tecnicamente sono considerabili optional poiché non sono indispensabili per il funzionamento della vettura, ma assolutamente fondamentali per il superamento dei crash test necessari alla messa in commercio del veicolo. Il loro elevato costo di sostituzione ha reso possibile l’instaurarsi di pratiche pericolose se svolte da mani inesperte quali la vendita tra privati di airbags conseguenti allo smontaggio fai-da-te, rischio acuito nel caso di smontaggio da vetture vecchie e senza possedere le necessarie competenze.

1. Dov’è possibile acquistare airbags

Attualmente sul territorio italiano gli airbags vengono venduti utilizzando store fisici oppure virtuali, celebre esempio la piattaforma nota come Ebay per la compravendita di oggetti tra privati e non solo.

Acquisto airbag nuovi e originali

I prodotti originali sono acquistabili sia online utilizzando negozi virtuali del settore oppure mediante ricerca di annunci su siti di compravendita tra privati: nel primo caso è possibile richiedere regolare fattura e verificare che il numero di serie corrisponda a quello indicato dalla casa madre.

Acquisto airbag usati oppure smontati

Per quanto riguarda gli airbags usati, ovvero smontati da vetture incidentate o inviate alle autodemolizioni, sono anch’essi acquistabili principalmente da negozi virtuali oppure da privati. Sono infatti numerosi i siti di compravendita che mettono in contatto direttamente il proprietario con il cliente in cerca di un airbag per la propria vettura.

2. I prodotti P1: la legislazione vigente

Le normative vigenti in materia di vendita, montaggio di pretensionatori di sicurezza e airbag prevedono l’esclusiva vendita degli stessi solamente a persone di maggiore età, in quanto classificati di elementi pirotecnici di gruppo P1, categoria E.

In particolare, secondo il decreto legislativo 123 del 29/07/2015, recante disposizioni in materia di sicurezza dei fuochi artificiali, è vietata la messa a disposizione del pubblico di oggetti classificati P1 finalizzati all’installazione su autoveicoli, qualora non siano incorporati su un veicolo o in una sua parte staccabile.

Verificare la regolarità del prodotto

Non è dunque richiesta alcuna competenza o documentazione particolare per quanto riguarda la compravendita di airbags, nello stesso documento infatti per altre categorie di elementi pirotecnici sono indicate esclusioni e requisiti necessari per il possesso.

La regolarità del prodotto commercializzato sul mercato italiano prevede l’indicazione del marchio CE su etichetta indelebile applicata sul prodotto in oggetto, ovvero l’airbag. La vendita di tali articoli di categoria P1 non prevede alcun tipo di registrazione ma solamente la presentazione di documento di identità in corso di validità.

3. Airbags nuovi, usati o inutilizzati: le differenze?

Gli airbags possono essere classificabili in base alla loro provenienza come nuovi, inutilizzati e smontati da veicoli danneggiati o destinati alla distruzione. È opportuno premettere che non è prevista alcuna data di scadenza per quanto concerne gli airbags, infatti il meccanismo detonante e la garanzia sul gas presente al loro interno sono garantiti per tutta la vita dell’airbag stesso.

Gli airbag nuovi

Per quanto riguarda gli airbag nuovi, prodotti direttamente dal fabbricante di autovetture, sono testati e garantiti, ed hanno un costo molto elevato, dipendente dalla casa automobilistica. In merito al prezzo stesso, partiamo da un minimo di 200/250 euro fino a migliaia di euro per le case automobilistiche di alta fascia. Bisogna altresì considerare nel computo totale come il prezzo finale di una sostituzione di un airbag risenta della ricalibrazione della centralina elettronica ed eventualmente dei sensori che potrebbero essersi danneggiati.

Gli airbag inutilizzati e smontati

Gli airbag inutilizzati e quelli smontati invece sono pari al nuovo, possono essere anch’essi smontati da chiunque fosse interessato e capace a patto di non danneggiarli o indurne la detonazione, pena la perdita della funzionalità dell’airbag stesso. Anche in questo caso è opportuno valutare durante la fase di acquisto l’aspetto esterno, la presenza del marchio CE e soprattutto se si tratta di un ricambio originale oppure è stato inizialmente montato come pezzo non originale.

Airbag Nuovo

  • Costo: elevato
  • Affidabilità: alta

Airbag Inutilizzato

  • Costo: basso
  • Affidabilità: media

Airbag Smontato

  • Costo: basso
  • Affidabilità: bassa

4. Chiunque può smontare e vendere gli airbags?

Gli airbag smontati da veicoli possono virtualmente essere sia smontati che venduti da qualunque persona, maggiorenne, interessata a farlo. Durante l’acquisto di un componente fondamentale per la sicurezza della vettura come appunto un airbag, bisogna valutare la provenienza del pezzo, l’età dello stesso e l’età del veicolo dal quale proviene. Il costo ovviamente è decisamente inferiore a quello del componente nuovo, motivo per il quale spesso si lascia preferire dagli utenti desiderosi di risparmiare qualcosa.

Chi è il responsabile della sicurezza

Qualunque sia la tipologia di airbag acquistata bisogna sempre rammentare che secondo le normative vigenti la responsabilità della sicurezza è del compratore, non del venditore nel momento in cui questo dichiara che il pezzo è usato.

5. Chi è autorizzato a trattare i prodotti?

Secondo le normative vigenti in Italia, sono autorizzati e competenti per quanto riguarda l’installazione oppure lo smontaggio di airbags i meccanici professionisti delle autofficine autorizzate dalla casa madre. Questo significa che una determinata marca di autovetture autorizza all’installazione sui propri mezzi solamente meccanici formati e aggiornati dai propri centri di formazioni e impiegati nelle officine autorizzate, officine che sono solitamente indicate sui rispettivi siti web o facilmente rintracciabili su qualunque motore di ricerca.

Requisiti per essere meccanici professionisti

Si ricordi che è fondamentale la qualifica di meccanico professionista, ai sensi della normativa vigente 845/78 art. 14, che può avere una durata di due o tre anni o in alternativa un diploma di perito meccanico; oltre a questo titolo è richiesta anche un’esperienza formativa nell’azienda di riferimento oltre alla frequenza con regolare attestato di corsi di aggiornamento.

Ricalibrare la centralina degli airbags, oppure sostituire i sensori degli airbags, è una procedura che avviene in sicurezza e conformità legislativa grazie alla formazione altamente specifica del meccanico professionista.

Responsabile della vendita: chi è?

Le persone responsabili della vendita delle componenti di una vettura, nel caso specifico responsabili della vendita degli airbag sono i titolari della vettura da cui viene smontato, se si tratta di privati cittadini. Se l’acquisto invece è di un componente di ricambio originale, il titolare della vendita è l’azienda produttrice oppure il rivenditore di terze parti che si occupa della vendita al dettaglio.

Conclusione

La trattazione di articoli di fondamentale importanza per la sicurezza della vettura, quali gli airbags e i pretensionatori delle cinture di sicurezza, è una disciplina attentamente normata dal legislatore al fine di tutelare il diritto alla salute di coloro che utilizzano la vettura stessa ma anche di coloro che maneggiano tali dispositivi. Si ricordi, infatti, che essendo elementi detonabili, la scarsa perizia nel maneggiarli può comportare un grave rischio per la salute stessa e per questo motivo è assolutamente appannaggio del professionista, nel qual caso specifico il meccanico autorizzato.

I nostri servizi