Quali auto diventeranno d’epoca nel 2018?

Le auto d’epoca risultano essere un ottimo investimento per moltissimi italiani che, di anno in anno, decidono di acquistarle per i vantaggi che possono ottenerne.

07.06.2018

Le auto d'epoca del 2018

1. I requisiti di un’auto d’epoca

Sono sempre più in aumento gli italiani che scelgono di acquistare un'auto d'epoca. Questi particolari veicoli soddisfano specifici criteri che consentono di usufruire di svariati vantaggi. Le caratteristiche che un'auto deve possedere per poter essere considerata d'epoca sono molte e devono essere rispettate rigorosamente per evitare di incorrere in problemi. I requisiti per le auto d'epoca e le relative normative cambiano da Paese a Paese. In Italia un'auto è considerata d'epoca al compimento del ventesimo anno di età.

Le vetture d’epoca devono essere cancellate dal Pubblico Registro Automobilistico (PRA). Per queste particolari tipologie di vetture bisogna prestare attenzione all'assicurazione e al bollo, che non si pagano. Quando un'auto viene considerata d'epoca non gli è più permesso di circolare su strada ad eccezione degli eventi autorizzati o delle esposizioni nelle quali, nel caso di targa originale assente, può utilizzarne una provvisoria. Ne viene vietata la circolazione su strada perché le auto tanto datate non rispettano i limiti di inquinamento previsti dalla legge.

La loro possibilità di circolare su strada prevede comunque alcune differenze rispetto alla circolazione con auto comuni:

  • è possibile circolare senza le cinture di sicurezza se l'auto non è predisposta con punti attacco;
  • non è obbligatorio circolare con le luci di posizione accese, purché il veicolo sia iscritto all’ASI (Automotoclub Storico Italiano).

Le auto d'epoca con più di 40 anni di età vengono considerate auto storiche.

2. Auto d’epoca e auto storiche

Il termine "auto d'epoca" non coincide necessariamente con quello di auto storica, che invece denota un certo valore collezionistico. Negli scorsi anni L'Automobile Club d'Italia ha lanciato un marchio denominato "ACI Storico" che include una selezione di auto ultraventennali che, rispetto a tutte le altre, si sono distinte per tecnologia e design, ma soprattutto per eleganza e prestazioni sportive. La classificazione di "veicolo di interesse storico e collezionistico" è subordinata all'iscrizione in uno dei registri come ASI, Storico Lancia, Italiano FIAT, Italiano Alfa Romeo e Storico FMI.

Questi registri, dopo opportune verifiche dei requisiti, rilasciano il certificato di rilevanza storica e collezionistica dove sono indicati tutti i dati relativi al possessore del veicolo, le informazioni di prima immatricolazione e di costruzione del veicolo, i dati identificativi dell'autovettura e le sue caratteristiche tecniche ed eventuali parti del veicolo non conformi a quelle originali. Un'auto storica in regola e con tutti i requisiti richiesti comporta una serie di vantaggi non indifferenti, a partire dall'assicurazione, da verificare tuttavia caso per caso.

Alle auto d'epoca è generalmente attribuita una classe di merito fissa, che va al di fuori del sistema di bonus/malus. E' anche prevista la guida libera inclusa nel prezzo, che permette a chiunque di guidare il mezzo senza costi aggiuntivi relativi alla sottoscrizione della clausola in questione. Chi ha la fortuna di possedere una collezione di auto storiche può usufruire delle cosiddette formule "garage" che permettono di assicurare l'intero parco auto a prezzi convenienti. Il bollo non esiste nelle auto d'epoca perché è necessario versare solo l'importo relativo alla tassa di circolazione.

3. Quali auto sono divenute d’epoca nel 2018?

E’ importante tenere presente che non tutte le auto vecchie sono da considerarsi d’epoca. Queste devono possedere dei requisiti legati alla tecnologia, al design, alle prestazioni sportive e soprattutto devono testimoniare uno sviluppo automobilistico nel corso degli anni. E' proprio in quest'ottica che l'ACI fornisce una lista di modelli storici, già annunciata alla Fiera di Auto e Moto d'Epoca di Padova, che si terrà ad ottobre di quest’anno, per fornire alle compagnie d'assicurazione uno strumento utile a muoversi con chiarezza ed efficacia nel settore automobilistico d'epoca.

L'elenco stilato dalla Commissione Registro Storico dell'ACI al momento prevede 340 modelli con almeno 20 anni di anzianità, ai quali poi vanno aggiunti tutti i veicoli con più di 40 anni di età. A tutti questi autoveicoli le assicurazioni continueranno poi a riconoscere tutti i benefici. ACI Storico viene creato e nasce con l’obiettivo di divenire lo spazio dove chi possiede una o più auto d’epoca possa condividere e mettere in evidenza le proprie competenze, passioni e idee.

A seguire una parte dei veicoli individuati da ACI:

MarcaModelloModello/Versione
Alfa Romeo155(tutti i modelli a benzina)
Alfa Romeo164(tutti i modelli a benzina)
Alfa Romeo1750(tutti i modelli)
Alfa Romeo2000(tutti i modelli)
Alfa Romeo331.7 16v
Audi100(tutti i modelli Quattro)
Audi200(tutti i modelli)
Audi80(tutti i modelli Quattro)
Audi90(tutti i modelli Quattro)
AudiCabrio(tutti i modelli)
AudiCoupè(tutti i modelli)
AudiQuattro(tutti i modelli)
BMW1502(tutti i modelli)
BMW1602(tutti i modelli)
BMW2002(tutti i modelli)
BMW2800(tutti i modelli)
BMW3.0/3.3(tutti i modelli)
Citroen2cv(tutti i modelli)
CitroenAMI6(tutti i modelli)
CitroenAMI8(tutti i modelli)
CitroenAX(tutti i modelli Sport)
CitroenBXGTI
Fiat1241400 Special
Fiat1241600 Special T
Fiat124Familiare
Fiat124Abarth Rally
Fiat124Coupè/Sport Coupè
Fiat124Spider/Sport Spider

La lista è ancora molto lunga e può essere visionata sul sito ACI nella sezione relativa alle auto d’epoca. Si tratta di piccoli o grandi gioielli che spesso ammiriamo lungo le strade e nei raduni che meritano di essere valorizzati per la storia che hanno segnato nella circolazione stradale e in quella agonistica.

I nostri servizi