Quali auto diventeranno d’epoca nel 2019?

Le auto d’epoca risultano essere un ottimo investimento per moltissimi italiani che, di anno in anno, decidono di acquistarle per i vantaggi che possono ottenerne.

15.01.2019

Le auto d'epoca del 2018

Sono sempre più in aumento gli italiani che scelgono di acquistare un'auto d'epoca. Questi particolari veicoli soddisfano specifici criteri che consentono di usufruire di svariati vantaggi.

1. I requisiti di un’auto d’epoca

Possedere un'auto d'epoca significa spesso avere una vera fortuna. La valutazione di questi veicoli è elevata e spesso la loro vendita, fra collezionisti e appassionati può fruttare un buon guadagno. Va inoltre detto che i vantaggi in termini di assicurazione, bollo auto e revisione sono senz'altro allettanti!

Ma quali sono esattamente le auto d'epoca? I requisiti e le relative normative cambiano da Paese a Paese.

In Italia un'auto è considerata d'epoca se ha più di 20 anni di età dalla data di costruzione ed è stata radiata dal Pubblico Registro Automobilistico (PRA).

2. Bollo auto sulle auto d'epoca: si deve pagare?

La Legge di Bilancio 2019 ha apportato importanti novità per i possessori di un'auto d'epoca. Esse riguardano soprattutto il pagamento del bollo auto, o tassa automobilistica, che in quanto tassa di possesso deve essere versata anche dai proprietari di un'auto d'epoca. Va detto però che solo le auto d'epoca con età inferiore ai 30 anni sono soggette al bollo auto.

A partire dal 2019, inoltre, sono state introdotte alcune riduzioni. Infatti, il bollo auto potrà essere dimezzato nel caso in cui l'auto d'epoca sia riconosciuta come storica, ovvero risulti iscritta all'ASI.

Come fare a richiedere la riduzione del bollo auto? Semplicemente sarà necessario munirsi dell' apposito certificato di rilevanza storica.

2. Auto d'epoca e circolazione su strada pubblica

Quando un'auto viene considerata d'epoca non gli è più permesso di circolare su strada, ma può comunque partecipare a esposizioni o mostre. Ne viene vietata la circolazione perché in quanto auto radiata dal PRA, di fatto non possiede più le caratteristiche tecniche previste dalla Motorizzazione Civile

Ai fini dell''assicurazione, quindi, queste vetture devono essere coperte da una specifica polizza, l'assicurazione per auto storiche, cui è possibile accedere previa registrazione all' ASI (Automotoclub Storico Italiano) che rilascerà un apposito certificato di rilevanza storica e collezionistica, una sorta di carta di identità del veicolo, recante le caratteristiche tecniche specifiche nonchè la "storia" della quattro ruote.

Nel caso in cui, una volta riconosciuta la storicità del veicolo, quest'ultimo possa circolare su strada sono comunque ammesse alcune eccezioni, ovvero:

  • è possibile guidare senza le cinture di sicurezza se l'auto non è predisposta con punti attacco;
  • non è obbligatorio circolare con le luci di posizione accese

3. Quali auto sono divenute d’epoca nel 2019?

E’ importante tenere presente che non tutte le auto vecchie sono da considerarsi d’epoca. Queste devono possedere dei requisiti legati alla tecnologia, al design, alle prestazioni sportive e soprattutto devono testimoniare uno sviluppo automobilistico nel corso degli anni.

E' proprio in quest'ottica che l'ACI fornisce ogni anno una lista di modelli che sono stati costruiti almeno due decenni fa. A questo proposito, l'Automobile Club d'Italia, ha istituito l' ACI Storico che, tra le altre cose, nasce anche con l’obiettivo di divenire lo spazio dove chi possiede una o più auto d’epoca possa condividere e mettere in evidenza le proprie competenze, passioni e idee.

Quali sono dunque le quattro ruote che nel 2019 hanno compiuto 20 anni, raggiungendo il traguardo di auto d'epoca? Ecco una lista:

Alcuni esemplari d'epoca

  • Alfa Romeo: modelli 155,164,Nuova Giulietta,33
  • Audi: modelli 100, 200, 80, 90, Cabrio
  • BMW: modelli 1502, 1602, 2002, 2800
  • Citroen: modelli 2cv, AMI6, AMI8
  • FIAT: modelli 124, 600, 124

Non tutte le versioni dei modelli elencati sono auto d'epoca nel 2019. E' bene quindi considerare le specifiche di caso in caso

La lista è ancora molto lunga e può essere visionata sul sito ACI nella sezione relativa alle auto d’epoca. Si tratta di piccoli o grandi gioielli che spesso ammiriamo lungo le strade e nei raduni che meritano di essere valorizzati per la storia che hanno segnato nella circolazione stradale e in quella agonistica.

I nostri servizi