Consigli per cura e manutenzione dei cerchi in lega

I cerchi in lega sono un valore aggiunto al momento della vendita dell'automobile. Cosa fare quando non è più possibile ripararli?

20.06.2018

Riparazione cerchioni

I cerchi in lega sono tra gli accessori più richiesti e più amati da coloro che si apprestano ad acquistare un veicolo. La scelta dei cerchi in lega conferirà quel tocco di eleganza in più all’auto e con la giusta manutenzione si possono evitare gli inconvenienti legati alla sporcizia. È quindi molto importante evitare che sporco, graffi e agenti atmosferici possano alterarne le condizioni.

1. Vantaggi e svantaggi dei cerchi in lega

Il vantaggio più rilevante delle ruote in lega leggera rispetto ai cerchioni in acciaio è quello di avere un aspetto raffinato e di qualità. Lo svantaggio maggiore è l'elevato prezzo di acquisto.

  • Peso: le ruote in lega sono caratterizzate da un materiale particolarmente leggero e curato dal punto di vista del design. Questa caratteristica è un vantaggio rispetto ai cerchi standard in acciaio. Oggi, tuttavia, grazie alle nuove tecnologie le ruote in acciaio hanno un peso simile a quelle in lega: il peso non è più un fattore chiave nella scelta.
  • Ottica: le ruote in lega offrono una vasta gamma di modelli rispetto alle ruote in acciaio. Si parte da modelli dalle forme semplici per finire a declinazioni più sportive a seconda dei gusti. Insomma, i giusti cerchi in lega se scelti con attenzione daranno al veicolo un tocco di classe che si riverserà anche sul valore percepito dell’auto.
  • Prezzo: rispetto ai cerchi in acciaio, i cerchi in lega sono caratterizzati da un prezzo più alto, anche per le versioni base. Se vengono mantenuti correttamente si può avere un aumento del valore dell'auto nel tempo.
  • Usura: trattandosi di un materiale piuttosto delicato, è più facile che i cerchi in lega possano essere più facilmente danneggiabili rispetto a quelli in acciaio. La polvere dei freni, la sabbia, gli agenti atmosferici e tanti altri fattori esterni possono portare ad un’usura più veloce. Ecco perché molti guidatori preferiscono utilizzare ruote in acciaio d’inverno e accessori in lega durante la primavera e l’estate.

2. Come prendersi cura dei cerchi in alluminio

La pulizia regolare dei cerchi in lega è fondamentale perché impedisce l'accumulo della sporcizia, che col trascorrere del tempo potrebbe danneggiare le ruote. Per una giusta cura dei cerchi in alluminio esistono vari detergenti, nonché panni ed altri accessori. Nel caso in cui scegliate di provvedere voi stessi alla manutenzione dei cerchi in alluminio, ricordate sempre di indossare i guanti, a prescindere dal tipo di detergente utilizzato.

Come pulire i cerchi in lega

I cerchi in lega devono sempre essere puliti a freddo. È necessario risciacquare lo sporco ed eliminare la polvere con acqua pulita. L'uso di un radiatore a pressione è particolarmente adatto in questi casi, perché consente di rimuovere le particelle di sporco più ostinate. Ricordate di non usare un pennello per rimuovere eventuali residui rimasti sui bordi, perché potreste danneggiare le ruote.

La scelta del detergente

Oltre allo shampoo per auto, in commercio esistono tantissimi detergenti creati appositamente per la pulizia delle ruote. La scelta del detergente migliore dipende dal tipo di cerchio in lega scelto per la propria auto. Ricordate sempre di leggere le istruzioni sulla confezione del prodotto e di acquistare detergenti privi di acido, evitando di danneggiare la superficie dei cerchi in lega. Anche il tempo di esposizione del detergente è rilevante. È sempre consigliabile non lasciare agire il prodotto per troppo tempo: potrebbe causare danni irreversibili alla superficie del cerchio.

Sigillanti

La sigillatura con uno strato di vernice protegge il cerchio dallo sporco e fa sembrare i cerchi in lega nuovi. È importante che il bordo sia stato precedentemente sgrassato, così che la vernice possa avere abbastanza presa sulla superficie.

3. Quali danni possono essere riparati?

In seguito ad una pulizia accurata è possibile accorgersi di danni minori che non possono essere eliminati con acqua e sapone. Questi includono piccoli graffi e imperfezioni che possono essere riparati con qualche piccolo accorgimento. È possibile riparare danni che raggiungono un massimo di un millimetro di profondità, distanti almeno 50 mm dalla ruota esterna.

Danni più profondi potrebbero invece compromettere la struttura del materiale del cerchio: di conseguenza la sicurezza alla guida potrebbe non essere garantita, e la stabilità della ruota non è sempre assicurata. La saldatura e il trattamento termico in questo caso non sono né consigliati né consentiti.

Lavori di riparazione consentiti

  • Levigatura fino a 1 mm di profondità
  • Verniciatura

Lavori di riparazione sconsigliati

  • Lavori di saldatura
  • Deformazioni posteriori
  • Trattamenti termici

4. Riparazione fai da te dei danni ottici ai cerchi in alluminio

I danni da corrosione e quelli superficiali possono essere facilmente riparati da soli. È necessario impiegare i seguenti materiali:

  • Carta vetrata con granulometrie diverse da 200 a 1000
  • Nastro adesivo
  • Panno in microfibra
  • Detergente e acqua
  • Stucco
  • Vernice per cerchioni (per i bordi lucidi anche con rivestimento trasparente)

Fase 1: smontaggio e pulizia

Una volta rimosso il cerchio, poggiarlo su una superficie stabile così da creare una base di lavoro ottimale. Pulire con un detergente specifico per la pulizia dei cerchi e con dell'acqua, e lasciare asciugare subito dopo.

Fase 2: carteggiare i graffi

Se il cerchio in lega è ben pulito e asciutto, potrete iniziare con la riparazione vera e propria. Come prima cosa, proteggete le aree non interessate e sulle quali non dovrete impegnarvi troppo per preservarle da eventuali danni. Lo pneumatico deve essere sempre protetto per bene, perché non deve assolutamente entrare in contatto con carta vetrata o vernice.

In seguito iniziate a lavorare sulle parti interessate utilizzando la carta abrasiva più ruvida. Pulite nuovamente con l’acqua, aiutandovi con il panno in microfibra quando serve. Questo processo va ripetuto con la carta abrasiva adesso più sottile, fino a quando le aree trattate saranno nuovamente lisce.

Fase 3: riempimento e macinazione ad umido

I solchi possono essere riempiti con lo stucco. È sempre molto importante leggere le istruzioni sulla confezione prima del suo utilizzo. Dopo il tempo di asciugatura, una levigatura con carta vetrata molto fine e inumidita può portare a risultati ottimali. È preferibile usare una carta vetrata con granulometria 1000.

Fase 4: pittura e assemblaggio

Dopo che il danno è stato rimosso completamente, bisogna sigillare il tutto con la vernice. Il modo migliore per effettuare questa operazione consiste nel miscelare la vernice con il colore del cerchio in lega. Per i bordi opachi è sufficiente applicare la vernice in più strati, e sui cerchi in alluminio lucido è possibile applicare la vernice colorata un paio di volte per poi spruzzare sopra la vernice trasparente (che fa da sigillante). Quando la vernice sarà asciutta, occorrerà montare il cerchio in alluminio.

5. La riparazione dei cerchi in lega dagli esperti

La riparazione professionale avviene presso società specializzate che utilizzano un cosiddetto "WheelDoctor". Si tratta di un macchinario speciale e certificato dal TÜV di Cartec, e che opera secondo le linee guida legali fornendo una garanzia di sicurezza per il prodotto lavorato. Il cerchio viene fissato sulla macchina WheelDoctor e trattato secondo un processo di modellazione in più fasi.

Infine, viene realizzato un sigillo con vernice trasparente per ottenere il look ideale e proteggere il cerchio d’alluminio dallo sporco. Questa procedura è sicuramente più economica rispetto all'acquisto di un nuovo cerchio, ma è possibile rimuovere solo danni dalla profondità di 1mm.

I nostri servizi