Cosa fare in caso di incidente stradale?

Come bisogna comportarsi in caso di incidente? Quali sono le procedure in caso di feriti? Si tratta di semplici comportamenti che però risultano indispensabili.

22.08.2018

Ttamponamento

1. Chi è responsabile e per cosa

Nel caso di un incidente stradale è molto importante individuare le rispettive responsabilità civili e/o penali per ottenere il giusto risarcimento. La prima cosa da fare consiste nell'accertarsi che non ci siano feriti perché in tal caso sarà necessario prima di tutto chiamare i soccorsi e le forze dell'ordine. E' doveroso posizionare il segnale di emergenza a una certa distanza dal veicolo così da avvisare gli altri automobilisti dell'incidente.

Una volta che le forze dell'ordine saranno giunte sul luogo dell'incidente sarà opportuno fare dei rilievi fotografici che permetteranno di individuare esattamente la posizione dei veicoli e dei relativi danni, eventuali tracce di frenata o di elementi presenti sul manto stradale come buche, detriti, depositi che hanno contribuito a causare l’incidente. Nel caso in cui fosse impossibile rimuovere i veicoli, occorrerà l'intervento delle forze dell'ordine, che provvederanno ai rilievi fotografici.

Questi accertamenti concorreranno alla predisposizione del verbale utile alla definizione della dinamica dell'incidente. Sarà utile indicare anche i nominativi di eventuali testimoni. Se si sono verificati danni a cose e non a persone, è possibile compilare il Modulo di Constatazione Amichevole (c.d. Modello CAI), contemporaneamente al conducente dell'altro veicolo coinvolto. E' necessario fornire le proprie generalità ma se le modalità del sinistro sono controverse si può non sottoscrivere questo modello "amichevole".

2. Incidente stradale, cosa fare nell'immediato?

Ti trovi in autostrada mentre torni dal lavoro e ti trovi coinvolto, tuo malgrado, in un incidente? Cosa devi fare? Quali sono le prime azioni da compiere e come agire nel modo più corretto sia per la tua integrità che per quella di chi ti sta attorno? La prima cosa da fare è quella di accertarti di stare bene e di non aver riportato ferite; il passo successivo è verificare cos'è successo alle altre persone coinvolte e, solo alla fine, ai mezzi coinvolti. Se nell'incidente ci sono dei feriti, devi innanzitutto proteggere il luogo dell'incidente per non mettere a rischio la vostra incolumità.

Questo vale in tutti i casi ma soprattutto se i veicoli sono in mezzo alla carreggiata, se il luogo dell'incidente ha poca visibilità o se ci si trova in una strada non ben illuminata. Inizia col disporre il segnale di emergenza cercando di attirare l'attenzione di altri conducenti in transito - evitando di esporti a pericoli magari restando in mezzo alla strada. A questo punto aspetta che arrivino le forze dell'ordine e i soccorsi. Se non hai competenze di primo soccorso e sempre meglio evitare di muovere o curare le persone ferite, così da evitare maggiori rischi.

Nel caso in cui si tratti di feriti in modo leggero non dovrai fare altro che - come indicato dal Codice Penale - prestare assistenza nei limiti del possibile e di quelle che possono essere le tue conoscenze. Chiama il 118 e cerca di spiegare in modo chiaro e semplice dove è avvenuto il sinistro, quante sono le persone coinvolte cercando, per quanto ti sia possibile, di descrivere anche quali siano le loro condizioni fisiche in quel momento. Il soccorso è un obbligo da parte di ogni cittadino. Nel caso di omissione di soccorso sono previsti provvedimenti civili e/o penali.

3. Danno materiale e lesioni personali in caso di incidente

Il danno materiale equivale ai costi necessari per la riparazione del veicolo incidentato ed è molto facile da quantificare. A questo importo devono aggiungersi le eventuali spese di traino con il carro attrezzi. Nel caso in cui il veicolo vada completamente distrutto, al danneggiato spetta una somma così composta:

  • Valore del vecchio veicolo alla data del sinistro;
  • Spese di rottamazione del relitto e di immatricolazione della nuova vettura;
  • Tassa di circolazione limitatamente alla parte non ancora goduta.

Quando, invece, si riportano delle lesioni personali, bisogna recarsi al Pronto Soccorso dell’ospedale più vicino per effettuare controlli più approfonditi e per garantire la massima sicurezza. Una volta fatti tutti gli accertamenti del caso, il medico deve redigere in modo dettagliato, il referto o certificato medico relativo ai danni fisici riscontrati. Il danno alla persona dipende dalla gravità delle lesioni subite. La quantificazione del danno e la determinazione del grado di invalidità devono essere effettuate da un perito medico-legale.

Alla luce di quanto fin qui detto fino ad ora è importante sapere che il risarcimento dei danni conseguenti da sinistro stradale non si può più richiedere dopo due anni dalla data del sinistro quindi si raccomanda - non solo di inviare apposita richiesta entro tale periodo - ma eventualmente, in caso di mancato risarcimento, di ricordarsi di rinnovare la stessa almeno ogni 2 anni, sempre con lettere raccomandata con ricevuta di ritorno.

4. Incidenti stradali: come comportarsi con l’assicurazione?

Nel caso di sinistro è importante compilare il CID utile non solo per agevolare a stabilire la dinamica in caso di incidente, ma anche per stabilire il tipo di risarcimento da parte della propria assicurazione. È proprio grazie al modulo che la compagnia assicuratrice del tuo veicolo liquiderà subito il danno. Nel caso in cui la constatazione amichevole non dovesse esserci, chi ha subito l'incidente dovrà inviare all'assicuratore dell'altro veicolo e al proprietario del mezzo una richiesta di risarcimento danni. È necessario non far trascorrere più di 3 giorni dall'incidente prima di denunciare.

E' importante ricordare che: se ci sono testimoni è necessario indicarli immediatamente. Questi potrebbero essere necessari in un'eventuale causa. Nel caso in cui desiderassi conoscere i dati delle persone coinvolte nel sinistro, potrai chiedere agli organi di polizia tramite raccomandata al Comando cui appartengono agli agenti intervenuti sul luogo dell'incidente.

Esistono dei casi in cui non è possibile avere un risarcimento diretto:

  • Incidente con veicolo senza assicurazione;
  • Con veicolo immatricolato all’estero;
  • Con tre o più veicoli;
  • Con veicolo non a motore;
  • Con veicoli agricoli o speciali;
  • Con pedone (e la colpa è tutta di chi investe);
  • Con feriti che riportano lesioni superiori al 9% di invalidità permanente.

I nostri servizi