Modulo Secci per la tutela di chi richiede un finanziamento auto

Il modulo Secci è un documento informativo obbligatorio a livello europeo che serve a rendere i finanziamenti e il settore del credito più chiari per i consumatori.

Modulo Secci

SECCI, acronimo di Standard European Consumer Credit Information, è un documento fondamentale nel campo del prestito auto e dei finanziamenti in generale. Introdotto dall'Unione Europea e dalla Banca d'Italia, dev'essere presentato a chiunque richieda un credito prima di firmare il contratto.

1. Modulo Secci: che cos’è e a cosa serve

Con il decreto legislativo 141 del 13 agosto 2010 il Governo ha introdotto ufficialmente in Italia il modulo Secci, un documento importante quando si parla del credito ai consumatori.

Chiunque sia interessato ad un contratto per il finanziamento auto (o richieda un prestito in generale) ha infatti diritto di ricevere il Secci gratuitamente in modo da poter valutare con calma le opzioni a disposizione. Lo scopo del modulo, come afferma la stessa Banca d'Italia, è proprio quello di mettere in chiaro tutte le condizioni contrattuali proposte da un istituto di credito.

Quando chiedi un finanziamento auto, il modulo Secci ti aiuterà a capire qual'è l'istituto di credito che offre il prestito migliore.

2. Modulo Secci e diritti del consumatore

Alla base del Secci vi sono, infatti, tre diritti considerati, sia dall’Unione Europea che dalla Banca d’Italia, fondamentali per chiunque richieda un finanziamento:

  • Il diritto di prendere decisioni in modo consapevole: ovvero di ricevere una panoramica completa dei vantaggi e svantaggi offerti dall'istituto di credito a cui ci si rivolge.
  • Il diritto di cambiare idea: cioè la possibilità fino a 14 giorni dopo aver firmato il contratto relativo al prestito, di cambiare idea senza dover specificare i motivi.
  • Il diritto di saldare il finanziamento prima dei tempi stabiliti: nel caso di disponibilità finanziaria, la possibilità di concludere il finanziamento prima dei tempi previsti.

3. Modulo Secci o IEBCC: quali informazioni deve contenere?

Proprio per la sua valenza europea, il modulo Secci, chiamato anche IEBCC (Informazioni Europee di Base per il Credito ai Consumatori), ha una struttura standardizzata ed è diviso in 5 sezioni, ciascuna delle quali contiene delle informazioni precise sul prestito.

5 sezioni del modulo Secci ed informazioni

  • 1. Identità e contatti del finanziatore o intermediario del credito:Nome ed indirizzo legale del finanziatore o dell’intermediario.
  • 2. Caratteristiche principali del prodotto di credito: Tipo di contratto, Importo, Condizioni di prelievo, Durata del contratto di credito, Rate e loro importo, Importo totale dovuto, Garanzie richieste.
  • 3. Costi del credito: TAN, TAEG, Obbligatorietà di eventuali assicurazioni e polizze da sottoscrivere per ottenere il credito.
  • 3. 1. Costi connessi: Costi derivanti dal contratto (istruttoria, gestione pratica, oneri fiscali), Scenari in cui è possibile modificare le condizioni del contratto, Costi in caso di ritardo nel pagamento.
  • 4. Altri aspetti legali: Diritto di recesso, Rimborso anticipato, Risultati di eventuale consultazione banca dati sul consumatore, Diritto di ricevere copia del contratto, Periodo validità offerta.
  • 5. Informazioni supplementari in caso di commercializzazione a distanza: Informazioni generali sull’istituto di credito (lingua in cui opera, condizioni legati al diritto di recesso, strumenti per presentare un reclamo).

Questo documento, consegnato solitamente ai clienti in formato pdf o cartaceo, può essere personalizzato, inserendo il logo e tutte le informazioni utili relative all'isituto di credito.

Allegati al modulo Secci

Il modulo di informazioni europee di base sul credito ai consumatori Secci può presentare diversi allegati in cui si riassumono dati, come l’importo erogato o i costi relativi ai servizi accessori facoltativi, nonché eventuali informazioni aggiuntive sui servizi messi a disposizione dall’istituto di credito ai clienti.

Infatti il finanziatore deve garantire assistenza al consumatore in quanto è un suo diritto. In chiusa al modulo Secci può essere inserita anche l’informativa sul trattamento dei dati personali in accordo con il regolamento europeo 2016/679.

4. Secci: diritto di chi richiede un finanziamento auto

Riassumendo, qual'ora tu ti rivolga ad un istituto di credito o ad un intermediario per ricevere un finanziamento auto, assicurati di ricevere il Secci gratuitamente e in forma cartacea oppure come pdf.

Controlla, inoltre, che nel documento siano presenti tutte le informazioni elencate sopra e, una volta ricevuto anche il contratto relativo al prestito auto, compara tutte le voci prima di firmarlo.

Valuta Subito la tua Auto: