Auto ibride plug in: che cosa sono e come funzionano

Anche se il significato è spesso poco chiaro, le auto elettriche ibride si dividono in plug in e non. Quali sono le differenze principali, i vantaggi e i modelli più diffusi nel 2019?

Auto ibrida plug in

Sebbene in Italia il numero delle auto ibride plug in vendute stia aumentando anno dopo anno, i dubbi su questo tipo di vettura elettrica sono sempre molti. Vediamo quindi che cosa significa "auto ibrida plug in" e quali sono le sue caratteristiche.

1. Ibride plug in: significato

Se stai cercando il significato delle auto ibride plug in, devi sapere che sono delle vetture munite di due motori: uno termico ed uno elettrico (da qui il termine "ibrida").

Mentre il motore termico viene alimentato a benzina e in alcuni modelli anche a diesel, quello elettrico deve essere ricaricato tramite un cavo connesso all’energia elettrica.

Infatti “Plug-in” significa proprio che l'auto dev’essere collegata alla corrente elettrica tramite una spina affinché le batterie del motore elettrico possano essere ricaricate.

2. Differenza tra ibrido e plug in

Nonostante le differenze fra elettrico ibrido ed elettrico plug in siano visibili, questi due tipi di auto vengono spesso confusi. Facciamo quindi chiarezza:

  • Auto elettrica ibrida (Full Hybrid): in queste vetture il motore elettrico svolge solamente la funzione di sostegno a quello termico. Il motore a benzina o diesel, infatti, mette in moto l'auto e l'energia prodotta dallo spostamento della vettura, soprattutto in fase di frenata o decelerazione progressiva, viene accumulata e utilizzata per ricaricare le batterie elettriche. L'auto ibrida non riesce, quindi a percorrere molti chilometri in elettrico e il motore a benzina o diesel rimane la fonte di movimento principale.
  • Auto plug-in: queste auto sono munite di un vero e proprio motore elettrico che può percorrere fino a 50 Km in autonomia, senza bisogno di quello termico. Le batterie, infatti, vanno ricaricate per mezzo di un cavo attaccato alla corrente. Il motore elettrico della plug in, quindi, non dipende da quello termico.
Auto ibride 3 tipi

3. Ibride plug in: come ricaricarle

Uno dei dubbi principali di chi vuole comprare un'ibrida plug in riguarda il funzionamento della ricarica tramite spina. Infatti le ibride plug in possono essere ricaricate sia presso le colonnine messe a disposizione nei vari centri urbani che a casa.

Sebbene ogni modello abbia dei parametri specifici, in generale la ricarica di un'auto ibrida plug-in a casa avviene tramite il cavo dato in dotazione al momento dell'acquisto. Questo verrà allacciato ad una presa domestica tradizionale (Schuko). Per chi ricarica l'auto plug in frequentemente, le case automobilistiche consigliano, tuttavia, di installare una presa CEE industriale.

4. Auto ibride plug in: vantaggi e svantaggi

Molti italiani scelgono ogni anno le auto ibride plug in perché, rispetto ad altri modelli, hanno molti vantaggi: primo fra tutti la possibilità di viaggiare con il motore elettrico nelle zone urbane, dove a causa delle costanti frenate e del traffico, i consumi dei combustibili tradizionali vanno alle stelle. Per i viaggi più lunghi e in caso di necessità, l'ibrida plug in porta tutta la comodità del motore termico.

Un altro vantaggio delle auto ibride plug in è quello di viaggiare in elettrico almeno per 50 chilometri riducendo le emissioni di CO2. Va detto, tuttavia, che le auto elettriche sono certamente più ecologiche di quelle plug in, ma sono pur sempre un buon inizio.

Un altro punto a favore delle ibride plug in è quello di poter essere ricaricate facilmente anche a casa in tempi limitati, che non superano le 3 ore.

Ultimo vantaggio, ma non meno importante, sono le esenzioni regionali al pagamento del bollo auto e il fatto che le ibride plug in non sono soggette ai blocchi del traffico (ovviamente se si usa il motore elettrico).

Come tutte le auto, anche le ibride plug in hanno degli svantaggi e quello principale è legato alla durata delle batterie. Infatti i modelli attuali hanno una garanzia di massimo 5 anni passati i quali, di solito, la durata delle batterie si riduce notevolmente.

Inoltre l'auto plug in diventa un vero e proprio "elettrodomestico" con tutti i costi annessi legati alla ricarica delle batterie elettriche.

In breve: i principali pro e contro di un'ibrida plug in:


  • Vantaggi: Minori consumi nelle zone urbane, supporto del motore termico per viaggi lunghi, possibili esenzioni bollo auto.
  • Svantaggi: costo della ricarica per il motore elettrico, garanzie batterie motore elettrico limitata, perdita efficienza del motore elettrico dopo alcuni anni.

5. Ibride plug in 2019: novità

Le auto elettriche ibride plug in sono molto diffuse in Italia, infatti sono il giusto compromesso per chi punta ad un'auto elettrica senza rinunciare alla sicurezza del motore termico.

Inoltre, le auto ibride plug in hanno dei prezzi di listino più abbordabili rispetto alle elettriche pure disponibili sul mercato.

Ibride plug in 2019: 8 modelli da non perdere

Proprio per il successo di queste auto, l'offerta di ibride plug in nel 2019 è davvero vasta e presenta un mix di modelli alla portata di tutti e di altri più sofisticati. Vediamo assieme le 8 ibride plug in da non perdere nel 2019:

  1. Hyundai Ioniq Plug-in Hybrid: quest'auto è destinata ad avere successo nel 2019. Infatti con un prezzo di listino che parte da 29.900 euro, permette di viaggiare solamente in elettrico per ben 63 Km. Il motore a benzina, inoltre, ha una potenza di 105 CV mentre quello elettrico di 61 CV.
  2. Kia Niro Plug-in Hybrid: questo modello plug in ha un prezzo di listino di 32.750 euro e un motore elettrico capace di percorrere fino a 58 chilometri in autonomia che, unito a quello termico, ha una potenza di 141 CV.
  3. Peugeot 508, 508 SW e 3008: previste per l'autunno 2019, questi modelli saranno dotati di un motore benzina da 1,6 litri e un motore elettrico da ben 110 CV per un'autonomia in elettrico di circa 50 Km. Il prezzo di listino non è stato ancora comunicato.
  4. Toyota Prius Plug-in Hybrid: la casa giapponese, famosa per i suoi modelli elettrici, ha lanciato sul mercato il modello ibrido plug in della Prius con un prezzo che parte da 37.550 euro e una potenza complessiva di 122 CV.
  5. BMW 225xe Active Tourer iPerformance: versione plug in della conosciuta monovolume, questo modello è disponibile nel 2019 per 39.650 euro. La potenza del motore elettrico è di 88 CV e può percorrere, in autonomia, fino a 45 Km.
  6. Mercedes E 300 e: quest'ibrida plug in di classe è disponibile nel 2019 per 55.997 euro con un motore elettrico da 122 CV che, unito a quello a benzina, arriva a 320 CV.
  7. BMW i8 e i8 Roadster: chi ha un budget più alto, non potrà perdersi la bellissima ibrida plug in della casa tedesca. Il prezzo di listino parte da 138.000 euro per una potenza totale di ben 374 CV.
  8. Porsche Panamera Turbo S E-Hybrid: regina delle ibride plug in 2019, questo modello ha un prezzo di partenza di 187.878 euro e un motore elettrico da 136 CV con un'autonomia di 50 km.

Secondo i dati UNRAE, l'auto ibrida plug in più immatricolata da gennaio ad aprile 2019 in Italia è stata la KIA Niro.

Valuta Subito la tua Auto: