Impianto GPL Diesel: costo, consumi e informazioni utili

Se possiedi un’auto Diesel ma vorresti convertirla in una meno inquinante nonché risparmiare sul carburante, una delle soluzioni migliori è installare un impianto GPL.

Impianto GPL Diesel

Questa soluzione, meno praticata di quella dell'impianto GPL su benzina, è stata riconosciuta ufficialmente dal Ministero dei Trasporti il 14 Febbraio 2000 e sta prendendo piede velocemente, grazie ai costi di conversione relativamente contenuti e i vantaggi in termini di consumi.

Vediamo quindi, nel dettaglio, come funziona l’impianto GPL Diesel e qual'è il suo costo.

1. Impianto GPL Diesel: come funziona?

Per capire bene il funzionamento dell’impianto GPL su Diesel bisogna partire dal principio: il motore Diesel tradizionale funziona grazie all’accensione spontanea, ovvero mediante la compressione del gasolio. Il GPL, invece, non si innesca tramite pressione bensì attraverso l’accensione comandata (che si serve delle candele).

Proprio per creare l’accensione spontanea, il GPL viene mescolato al gasolio (mixed fuel) secondo un rapporto che varia da motore a motore, ma che, solitamente per i motori di ultima generazione, vede il 40% di Diesel e il 60% di GPL.

L’impianto GPL Diesel funziona, quindi, in questo modo: la miscela dei due combustibili arriva nella camera di combustione. Qui viene mescolata con l‘aria e, grazie alla pressione del pistone, il gasolio verrà infiammato, innescando anche il GPL.

Il motore GPL Diesel: modifiche necessarie

La trasformazione del motore in GPL Diesel non comporta grandi modifiche. Infatti basterà:

  1. Installare gli iniettori nel motore diesel in modo che questi trasportino il GPL.
  2. Modificare la centralina elettronica di controllo, che gestisce la quantità di gas da iniettare.
  3. Installare il serbatoio toroidale GPL nel bagagliaio e, in particolare, nel vano dedicato alla ruota di scorta.
  4. Installare la bocchetta per il rifornimento

In media installare l’impianto GPL su un’auto Diesel richiede fino ad una settimana.

2. Impianto GPL Diesel: costo

Installare l’impianto GPL su un’auto Diesel ha dei costi complessivi che si aggirano intorno ai 3.000 euro ma possono variare a seconda del meccanico a cui ci si rivolge e del tipo di motore dell’auto.

Per esempio, il solo costo di installazione dell’impianto GPL su un’auto Diesel a iniezione con controllo della carburazione è di 1.200 euro mentre sale a 1.800 euro per un’auto catalizzata con sistema a iniezione sequenziale sfasata.

A questi vanno aggiunti quelli per il serbatoio, la manodopera e l'omologazione.

Oltre al costo dell’installazione dell’impianto, dovrai tenere conto di quello relativo all’omologazione e alle pratiche auto.

Impianto GPL Diesel: prezzo e utilizzo

Se è vero che installare l’impianto GPL su un’auto diesel ha un prezzo che può superare i 3000 euro, non bisogna dimenticare i costi d’utilizzo.

Infatti mentre il gasolio costa, attualmente, circa 1,50 euro al litro, il GPL costa solamente 0,65 euro e quindi si nota ben presto come convertire un’auto Diesel permetta di risparmiare sul costo del carburante.

Impianto GPL Diesel: collaudo

L’articolo 78 del Codice della Strada prevede che, nel caso di modifiche delle caratteristiche costruttive dei veicoli in circolazione, venga aggiornata la carta di circolazione.

Proprio per questo, una volta installato l’impianto GPL, dovrai recarti presso la Motorizzazione per il collaudo, presentando i documenti tecnici rilasciati dal meccanico di fiducia che ha inserito l’impianto. Il costo della pratica sarà di circa 70 euro.

La Motorizzazione provvederà ad aggiornare la carta di circolazione e comunicare le modifiche al PRA.

3. Impianto GPL Diesel opinioni: conviene o meno?

Le opinioni sull’installazione dell’impianto GPL su diesel sono diverse e dipendono, principalmente, dai bisogni di ogni autista.

In generale, i costi di utilizzo sono uno dei vantaggi principali soprattutto per chi percorre almeno 45.000 Km all’anno. La potenza del motore rimane, inoltre, invariata e non subisce alcuna perdita da questo punto di vista.

Il GPL è, inoltre, meno inquinante del gasolio e l’auto potrà circolare anche in presenza di eventuali blocchi del traffico e ottenere degli sconti sulle ZTL in alcune amministrazioni locali. Infine alcune Regioni prevedono l’esenzione dal bollo auto per chi installa un impianto GPL sulla propria auto.

4. Impianto GPL su Diesel: problemi

Uno dei problemi di chi installa l’impianto GPL sulla propria auto a gasolio è la manutenzione: infatti questo motore, più delicato, avrà bisogno di maggiori attenzioni in fase di revisione. A ciò si aggiunge la sostituzione obbligatoria ogni 10 anni delle bombole del GPL presso un’officina autorizzata, con i dovuti costi annessi.

Un altro problema è, per alcuni autisti, la resa chilometrica dato che il motore GPL ha una performance minore rispetto a quello diesel. Infatti, con il GPL si percorrono, in media, 12 Km con 1 litro, mentre con il Diesel, la resa chilometrica è di circa 22 Km con 1 litro.

Infine, in alcune aree in Italia, non sono presenti molti distributori GPL. Questo potrebbe essere un problema per chi si trova a percorrere molte strada in più per raggiungere una stazione di rifornimento.

Valuta Subito la tua Auto: