Percorsi on the road: le Dolomiti su quattro ruote

Per chi ama la montagna e i paesaggi naturali, l'itinerario delle Dolomiti è davvero imperdibile. Ecco 6 tappe da percorrere in auto alla loro scoperta.

22.08.2018

La catena delle Dolomiti, gioiello delle Alpi Orientali, racchiude paesaggi incantevoli che possono essere scoperti anche spostandosi a bordo della propria auto. Partiamo, quindi, per le sei tappe di questo tour su strada davvero imperdibile.


1. Belluno - Castrozza

Si parte da Belluno, la capitale delle Dolomiti. La città veneta ti saprà affascinare con il maestoso sfondo offerto dalla Schiara, il monte che fa da cornice a nord alla città, visibile da chi si avvicini da Venezia nelle giornate più assolate. Dai uno sguardo alle cime alpine e presta attenzione alle sfumature rossastre quando il sole illumina le pareti di roccia dolomitica.

Da Belluno imbocca la Statale 50 in direzione ovest, fino a San Martino di Castrozza, famosa località turistica circondata dalle imponenti Pale di San Martino. Prosegui verso nord fino a Passo Rolle e prendi la strada che ti porterà fino alla Baita Segantini.

Fermati ed ammira il Cimon della Pala, vetta più famosa del Gruppo delle Pale, amato dagli scalatori di tutto il mondo, oltre ad essere uno dei simboli dello stemma araldico della Guardia di Finanza.

2. Predazzo - Bolzano

Il nostro viaggio prosegue sulla SS50 fino a Predazzo, dove potrai scorgere le cime del Latemar, ricche di percorsi montani di rara bellezza. Inoltrati ancor di più tra le montagne in direzione nord e poi ovest, prima sulla SS48 e poi ancora sulla SS241.

Parcheggia in località Karersee ed immergiti nella bellezza assoluta del Lago di Carezza, specchio d’acqua dagli spettacolari colori, casa della ninfa Ondina, abbracciato da un fitto bosco di abeti e dai monti sullo sfondo.

Da qui prosegui sulla Statale 241 in direzione Bolzano.

3. Da Funes ad Àlleghe tra picchi mozzafiato

Da Bolzano prendi l'autostrada A22­E45, fino all’uscita di Chiusa­ Val Gardena. Da lì prosegui fino a Funes/Villnöß, in Val di Funes, terra dai paesaggi da fiaba e casa del celeberrimo alpinista Reinhold Messner, racchiusa dalle cime bianche e appuntite del Massiccio delle Odle.

Qui potrai fiancheggiare il Parco Naturale Puez­Odle per raggiungere Àlleghe, caratteristico comune ladino dal quale è possibile ammirare lo splendore del Monte Civetta, la “parete delle pareti”, un muro di roccia con un dislivello di oltre 1 km.

4. Dall'elegante Cortina a Dobbiaco

La quarta tappa del nostro itinerario delle Dolomiti ci porta a Cortina d’Ampezzo, rinomatissima località sciistica delle Alpi. Mentre ti avvicini alla cittadina montana, fermati in uno dei rifugi di montagna che affiancano le Cinque Torri.

Approfittane per una passeggiata nel verde, tra i larghi pascoli verdi della Muraglia di Giau e i percorsi storici della Prima Guerra Mondiale.

Spostati poi verso nord, di nuovo verso l’Alto Adige, sui percorsi stradali in direzione di Dobbiaco/Toblach, da cui è possibile raggiungere le Tre Cime di Lavaredo, uno dei simboli e monumenti delle Dolomiti. Armati di attrezzatura da trekking e segui l’itinerario a piedi o ciclabile fino alle cime, per poi proseguire verso il Lago di Landro.

5. Il Cadore e il museo di Messner

Il nostro tour delle Dolomiti prosegue fino a Cibiana di Cadore. Dal passo di Cibiana potrai avvicinarti a piedi o in navetta alla vetta del Monte Rite, dove si innalza il “Museo delle nuvole”, il Reinhold Messner MMM Dolomites, un belvedere dal quale è possibile ammirare il panorama mozzafiato dei monti circostanti, come la Marmolada, Civetta, Pelmo, Tofane e Sorapis.

6. Cimolais e il Campanile di Val Montanaia

Dal Cadore, imbocca la Statale 51 per l’ultima tappa del nostro percorso: Cimolais in provincia di Pordenone. Qui potrai visitare il centro del paesino friulano e mangiare dei piatti tipici presso il Rifugio Pordenone, che si trova all'inizio di un ripido sentiero che porta ad una guglia naturale di rara bellezza: il Campanile di Val Montanaia, formazione rocciosa alta 300 metri.

I nostri servizi