Costa est della sardegna: percorsi stradali da sogno

Se dici mare, dici Sardegna. Per chi sogna tutto l’anno a occhi aperti di tuffarsi in acque cristalline e passare le giornate coi piedi sepolti nella sabbia, un itinerario senza eguali: l’isola dei Quattro Mori è sempre pronta a riscaldare la pelle e i cuori di chiunque si accinge a poggiarvi piede.

27.08.2015

Da alcune delle spiagge più esclusive e attrezzate dell’isola, per un relax assoluto, alle baie più difficili da raggiungere, dove la natura si mantiene ancora selvaggia e intatta; da atmosfere più urbane a luoghi di pace e serenità tra le campagne dell’entroterra costellate di fichi d’India. Preparate costume, telo mare, occhiali e crema solare: si parte per un viaggio su uno dei percorsi stradali costieri più pittoreschi e suggestivi d’Italia.

In collaborazione con:



1. Arcipelago della Maddalena

Il nostro viaggio comincia dalla cittadina sul mare di Palau, porto a nord della Gallura. Raggiungete il molo in macchina: sarà infatti la motonave Lady Luna II a condurvi in un tour unico dell’Arcipelago della Maddalena, un parco naturale protetto. Acque trasparenti, insenature riparate dal vento e dall’uomo, e spiagge intonse, tra cui spicca l’indimenticabile Spiaggia Rosa, a sud­est dell’isola di Budelli. La guida vi porterà ad ammirare da vicino la sua sabbia fina, colorata dai resti dei coralli, in un’atmosfera da mondo dei sogni.

2. Costa Smeralda

Abbandonate questi luoghi da favola e rimettetevi al volante sul nostro itinerario per raggiungere la ben più mondana e vistosa Costa Smeralda, terra di locali esclusivi, personaggi famosi e spiagge meravigliose. Vivete per un giorno una vita da vip, sdraiandovi sulle sabbie bianche ed acque turchesi delle rinomate spiagge del Piccolo e Grande Pevero. La sera, non perdete l’occasione di immergervi nella Bella Vita da star, passeggiando tra le boutique e negozi della leggendaria Piazza Rossa di Porto Cervo, ed ammirando le file di yacht ormeggiati sui moli.

3. Olbia

Passate dalla fastosa Vita Smeralda alla più modesta vita del capoluogo di Olbia, che saprà accogliervi con bar, ristoranti e mercatini per lunghe passeggiate sul lungomare. Unitevi alle file di automobili olbiesi che fuggono dal calore cittadino sulla bianchissima spiaggia cittadina di Pittulongu e nella cala paradisiaca di Porto Istana, dal panorama mozzafiato con vista sull’isola della Tavolara. Dedicate un ultimo giorno alla maestosa Cala Brandinchi, a San Teodoro, soprannominata la “Tahiti Italiana” per il paesaggio caraibico, con acque terse e sabbie che si perdono all’orizzonte.

4. Golfo di Orosei

Continuando sul nostro percorso stradale, vi troverete nell’attrezzatissimo centro turistico di Cala Gonone, nel Golfo di Orosei, per godervi un po’ di benessere prima di ripartire. Approfittatene per prendere un traghetto verso i gioielli nascosti del golfo: visitate le Grotte del Bue Marino, caverne sul pelo dell’acqua che si specchiano su un limpido lago salato; proseguite verso Cala Luna, una delle spiagge più difficili da raggiungere della costa orientale, per godervi uno dei luoghi più selvaggi e liberi dell’intera isola.

5. Baunei - Arbatax

L’itinerario stradale prosegue verso la parte sud­orientale della Regione. Mentre scendete verso il Golfo di Cagliari, non perdete l’occasione di camminare sul bordo della Gola di Gorroppu, il “Grand Canyon d’Europa”, e di sostare a Baunei per ristorarvi assaggiando qualche prelibatezza locale. Lungo la strada incorrerete poi nella città di Tortolì: fate una deviazione a est, verso Arbatax, per godervi lo spettacolo della Spiaggia delle Rocce Rosse, simbolo della zona. Una cala riparata da altissime scogliere a strapiombo sul mare, formata da graniti e porfidi rossi che formano anche i ciottoli sulla riva.

6. San Vito - Villasimius

Dalla confusione dei centri turistici alla tranquillità delle campagne del Sud­Est. Arrivate con la vostra auto in uno dei molti agriturismi di San Vito, luogo di natura e benessere con cibo sano e atmosfere amene e genuine. Da lì seguite i vari percorsi stradali della zona e raggiungete con facilità le vicine spiagge della costa. Non perdete l’occasione di nuotare a Mari Pintau, il “mare dipinto”, dalla riva di ciottoli con fondale chiaro che dona alle acque toni bianchi e argentati.

7. Cagliari

Prossima tappa è il capoluogo di Cagliari, luogo imperdibile del nostro tour. Soffermatevi a visitare il caratteristico centro della città prima di gettarvi di nuovo sulla sabbia. La spiaggia cittadina più conosciuta è il Poetto, ma è Calamosca il vero segreto dei cagliaritani, ai piedi della Sella del Diavolo, il promontorio simbolo della città. Acque tranquille che in estate vengono assalite dagli autoctoni, per un’esperienza marittima genuina e verace.

8. Chia

E quello più ricco di salsedine tra i nostri percorsi stradali si conclude in grande stile sulle sabbie dorate e sullo specchio di acque trasparenti anch’esse dai riflessi color dell’oro di Su Giudeu a Chia. Visitate l’isolotto che caratterizza la spiaggia durante la bassa marea, raggiungibile da uno stretto istmo di sabbia, oppure abbronzatevi su sdraio e soffici cuscini di uno dei diversi stabilimenti che rendono questo luogo ancora più straordinario. Il luogo perfetto per coronare un viaggio on­the­road della Sardegna che vorrete rivivere all’infinito.

I nostri servizi