Carta verde: a cosa serve e dove è obbligatoria?

La Carta Verde è il certificato internazionale di assicurazione. Esso è un documento indispensabile per chi si sta per circolare all’estero con la propria auto. Ecco in quali paesi essa è obbligatoria.

Carta verde

Come fare a dimostrare che la tua auto è coperta da Rc auto in una nazione diversa dalla tua? Per non incappare in problemi che possano rovinare il tuo viaggio, la cosa più importante è tenere sempre nella propria auto la Carta Verde.

1. Carta verde: di cosa si tratta e cosa contiene?

La Carta Verde o foglio verde garantisce la copertura in termini di responsabilità civile del tuo veicolo in numerosi paesi diversi da quello in cui la polizza è stata contratta.

Stampata su apposita carta di colore verde, essa contiene: i dati dell’intestatario della polizza, la data di scadenza dell'assicurazione, il codice identificativo del Paese di emissione, il numero dell'assicurazione, la targa e la tipologia dell'auto.

Va detto però che non sempre il foglio verde viene obbligatoriamente richiesto nel paese di destinazione. E’ necessario pertanto fare un’apposita distinzione.

2. Paesi in cui non serve la Carta Verde

In quanto membro dell’Unione Europea, l’Italia gode di alcuni vantaggi per la circolazione nelle nazioni incluse nello Spazio Economico Europeo.

I paesi nei quali non è richiesta la Carta Verde sono: Croazia (HR), Repubblica Slovacca(SK), Francia (F), Estonia (EST), Danimarca (DK), Cipro (CY), Lituania (LT), Irlanda (IRL), Andorra (AND), Ungheria (H), Gran Bretagna (GB), Romania (RO), Portogallo (P), Norvegia (N), Malta (M), Belgio (B), Austria (A), Svizzera (CH), Slovenia (SLO), Svezia (S), Liechtenstein (FL), Spagna (E), Germania (D), Lettonia (LV), Lussemburgo (L), Grecia (GR), Finlandia (FIN), Polonia (PL), Olanda (NL), Repubblica Ceca (CZ), Bulgaria (BG), Islanda (IS) e Serbia (SRB).

In tali paesi si può circolare liberamente anche senza avere il certificato internazionale di assicurazione nel proprio veicolo. Infatti è sufficiente essere muniti del certificato di assicurazione che attesti che la copertura sia attiva, ovvero che l’ultima rata sia stata pagata.

3. Paesi in cui è richiesta obbligatoriamente la Carta Verde

Per le nazioni al di fuori dello Spazio Economico Europeo si possono aprire tre scenari:

  • Il paese non riconosce la Carta verde: in tal caso è necessario munirsi di una polizza temporanea di frontiera, i cui costi sono piuttosto elevati.
  • Il paese riconosce questo documento, ma la compagnia non estende la copertura assicurativa in tale paese.
  • Il paese extra UE riconosce la Carta e la compagnia estende anche in tale Stato la validità della polizza.

Ecco un quadro di sintesi a seconda dei diversi casi:

Carta verde: cosa fare nei paesi extra europei

  • Contrarre polizza di frontiera temporanea: se la Carta non è riconosciuta o la polizza non è valida
  • Esibire la Carta Verde: se essa è riconosciuta e la polizza risulta valida

I paesi nei quali è obbligatorio esibire la Carta Verde sono: Albania (AL), Marocco (MA), Russia (RUS), Iran (IR), Azerbaigian (AZ), Moldavia (MD), Tunisia (TN), Ucraina (UA), Bosnia e Erzegovina (BIH), Macedonia (MK), Turchia (TR), Bielorussia (BY), Montenegro (MNE), Israele (IL).

Alla luce di quanto detto, emerge che la prima cosa da fare quando ci si accinge ad andare in auto all'estero, al di fuori dello Spazio economico europeo, è quella di verificare se la propria polizza assicurativa è estesa anche nel paese di destinazione.

Se infatti, come detto, nell'Unione Europea, ciò avviene in automatico, la stessa cosa non si può dire per altri paesi, dove pure viene riconosciuta la Carta verde. Tutto dipende in tali casi dal contratto sottoscritto con la propria compagnia e dalle condizioni che essa applica.

4. Come sapere quali paesi sono coperti dalla propria assicurazione?

Oltre ad informarsi sui siti ufficiali delle assicurazioni o presso le filiali in loco, è possibile sapere per quali paesi extra comunitari è valida la propria polizza, semplicemente leggendo il foglio verde.

Il certificato, infatti, riporta una tabella con una serie di lettere. Esse rappresentano le sigle corrispondenti alle nazioni nelle quali viene riconosciuto questo documento. Se una o più di queste lettere risultassero segnate con una croce, significa che nei paesi corrispondenti la compagnia assicuratrice non estende la polizza che hai contratto.

Assicurazione auto Marocco e Albania: un esempio

Stai pianificando un viaggio in Marocco o in Albania con un’auto immatricolata in Italia? Allora la prima cosa da fare è controllare se si è in possesso della Carta verde. Entrambi questi paesi infatti riconoscono il certificato internazionale di assicurazione.

Se la tabella che compare sulla Carta riporta una crocetta sulle sigle AL e MA, significa che in Albania e Marocco, non sei coperto da assicurazione.

In questi casi dovrai contrarre al momento una polizza temporanea.

5. Come ottenere la Carta Verde?

Il foglio verde può essere richiesto direttamente alla propria compagnia assicuratrice. In alcuni casi è disponibile anche un servizio online attraverso il quale inoltrare la richiesta.

Generalmente la Carta viene emessa senza alcun costo aggiuntivo, ma non è sempre detto. Questo dipende infatti dalle condizioni della tua assicurazione.

La compagnia provvederà a richiedere questo documento tramite l’Ufficio Nazionale di Assicurazione, il Bureau del paese di immatricolazione del veicolo, responsabile dell’emissione del certificato.

Valuta Subito la tua Auto: