Tipi di patente: quali sono e caratteristiche

Anche se la patente B è la più conosciuta, esistono diversi tipi di patente che variano a seconda del mezzo guidato e della sua potenza.

Definiti all'interno del Codice della Strada, le patenti più diffuse A, A1, A2, B, C, D ed E possono essere conseguite ad età diverse a seguito di un esame teorico e pratico.

Vediamo assieme quali sono i tipi di patente, per quali mezzi sono necessari, come ottenerli e tutte le loro caratteristiche più importanti.

Valutazione
online
Prendi appuntamento
per vendere

Valuta online la tua auto

Ottieni una perizia non vincolante

Vendi solo se lo vuoi

1. Tipi di patente: quali sono?

Tipi di patente guida

Anche se tutti conoscono la patente B, ne esistono altri tipi. Questi, definiti all'articolo 116 del Codice della Strada, sono infatti la patente A, A1 e A2, la patente B, C, D ed E.

Ogni tipo di patente di guida varia, infatti, a seconda del mezzo di trasporto che si vuole guidare e della sua potenza nonché a seconda dell'età del conducente.

Tipi di patente: dalla A alla E in breve


  • A: Dai 24 anni (21 anni se si ha patente A2 da 2 anni) - Tricicli fino a 15 kW e motocicli fino a 45 km/h
  • A1: Dai 16 anni - Motocicli fino a 11kW, Tricicli fino a 15 kW, Macchine agricole
  • A2: Dai 18 anni - Motocicli di potenza fino a 35 kW e veicoli guidabili con patente A se A2 conseguita da almeno 2 anni.
  • B: Dai 18 anni - Tricicli e Quatricicli, Moto fino a 11 kW, Autoveicoli fino a 9 posti, macchine agricole e operatrici, mezzi per servizi di emergenza
  • C Dai 18 anni (21 per mezzi pesanti) - Rimorchi leggeri, Camion fino a 7,5 tonnellate, autoveicoli con più di 9 posti
  • D: Dai 24 anni (21 con CQC) - Veicoli della patente B, Autobus e Filobus
  • E: Età varia a seconda della patente a cui viene applicata - Rimorchio con peso superiore a 750 Kg

2. Patente B

Cominciamo dalla patente più celebre. Ottenibile a partire dai 18 anni, la patente B è obbligatoria per chiunque voglia guidare un'auto, ma non solo.

Con la patente B si possono, infatti, condurre ben 6 mezzi differenti, in particolare:

  • Tricicli e quadricicli;
  • Motocicli fino a 125 cm³ e 11 kW, (solo in Italia);
  • Autoveicoli abilitati al trasporto di persone e cose (inclusi caravan e autocarri) con massimo 9 posti e 3,5 tonnellate e anche trainanti un rimorchio fino a 750 Kg;
  • Macchine agricole, normali ed eccezionali.
  • Macchine operatrici (escluse quelle eccezionali).
  • Mezzi per i servizi di emergenza con massa complessiva a piano carico fino a 3,5 tonnellate.

Per ottenere la patente B è necessario superare due esami: uno di teoria e uno di pratica.

Il ben noto esame di teoria è un quiz che prevede 40 domande Vero o Falso e un margine massimo di 4 errori.

L’esame di pratica, invece, consiste in 3 fasi in cui si valutano la preparazione prima della guida, la manovra e il comportamento durante la guida su strada pubblica.

3. Patente A (o A3)

Per ottenere la patente A, chiamata A3 nella normativa precedente al 2003, bisogna aver compiuto almeno 24 anni.

Tuttavia, chi possiede una patente A2 (ma da almeno 2 anni), può conseguire la patente A a partire dai 21 anni.

Come per gli altri tipi di patente, bisogna sostenere un esame di teoria ma anche due prove pratiche: una su circuito ed una su strada.

Con la patente A si possono guidare i seguenti mezzi:

  • Tricicli con potenza superiore a 15 kW.
  • Veicoli a due ruote (motocicli), anche con carrozza, che hanno una cilindrata superiore a 50 cm³ e/o con velocità massima superiore a 45 Km/h.

4. Patente A1

Questo tipo di patente può essere ottenuto già a partire dai 16 anni. La patente A1 permette, infatti, di guidare principalmente motocicli, in particolare:

  • Motocicli con una cilindrata di massimo 125 cm³ e potenza non superiore a 11 kW. Il rapporto potenza/peso deve essere inferiore o uguale a 0,1 kW/Kg;
  • Tricicli con potenza fino a 15 kW;
  • Macchine agricole dai limiti di sagoma dei motoveicoli.

Anche per la patente A1 è previsto un esame teorico ed uno pratico. Quest’ultimo si divide in due fasi: la prima avviene in un circuito chiuso delimitato da coni, mentre l’altra su strada pubblica.

5. Patente A2

La patente A2 è obbligatoria per guidare tutti i motoveicoli che hanno una potenza fino a 35 kW e un rapporto potenza/peso fino a 0,2 kW/Kg.

Anche per ottenere questo tipo di patente è necessario sostenere un esame teorico, dal quale però è esentato chi ha già la patente B o A1.

Passati 2 anni dal conseguimento della patente A2 si possono guidare tutti i veicoli della patente A

6. Patente C

Generalmente conosciuta come la patente obbligatoria per guidare i camion, la patente C può essere conseguita a partire dai 18 anni oppure dai 21 se si vogliono guidare i mezzi pesanti. Nello specifico, questo tipo di patente permette di condurre:

  • Rimorchi leggeri con una massa complessiva maggiore di 3,5 tonnellate;
  • Camion con massa complessiva a carico pieno di 7,5 tonnellate;
  • Autoveicoli per il trasporto di persone con oltre 9 posti, incluso il conducente.

Per ottenere la Patente C è necessario superare un quiz Vero/Falso con 40 domande e un margine di errore di 4.

Valutazione gratuita del tuo veicolo in un clic

Altri tipi di patente sono quelle "Speciali per disabili", (A, B, C e D) ottenibili dopo un esame teorico e pratico e solo se si è in possesso del certificato di idoneità medica.

7. Patente D

Con questo tipo di patente si possono guidare i veicoli della categoria B nonché autobus e filobus con numero di posti superiore a 9 e anche trainanti un rimorchio leggero.

Alla patente D può essere aggiunta la CQC, ovvero la Qualificazione del Conducente, necessaria se si vuole diventare conducenti di autobus. Questa tipologia di patente di guida può essere conseguita a partire dai 24 anni oppure da 21 anni in presenza del CQC.

8. Patente E

La patente E è una estensione che può essere aggiunta alla patente B, C e D. Essa permette di trainare rimorchi e semirimorchi non leggeri, ovvero che pesano più di 750 kg.

L'estensione si ottiene superando un esame di pratico. Tuttavia chi ha conseguito la patente C, C1, D o D1 prima del 1 marzo 2015, o chi ha conseguito la patente B prima del 1/12/2013 deve sostenere anche un esame orale teorico.