Recupero punti patente: cosa fare quando vengono decurtati

La modalità per recuperare i punti della patente dipende da quanti ne sono stati decurtati e dal tipo di infrazione che hai commesso.

Infatti se hai perso numerosi punti e sei sceso sotto la soglia minima di 20 dovrai frequentare dei corsi appositi a pagamento. Se, invece, hai perso meno punti e l'infrazione commessa non è grave potrai recuperarli con la "buona condotta".

Vediamo assieme come recuperare i punti della patente nel dettaglio e quanti punti vengono tolti a seconda di una specifica infrazione.

Valutazione
online
Prendi appuntamento
per vendere

Valuta online la tua auto

Ottieni una perizia non vincolante

Vendi solo se lo vuoi

1. Recupero punti patente: come funziona?

Recupero punti patente

Il sistema della patente europea, introdotto nel 2013 e regolato in Italia dall’articolo 126 bis del Codice della Strada, prevede che, in caso di infrazioni, possano essere tolti dei punti dal documento di guida, recuperabili in un momento successivo e attraverso delle modalità che vedremo assieme.

Nello specifico il numero di punti decurtabili va da 1 a 15 a seconda della gravità dell'infrazione.

Se si commettono più violazioni contemporaneamente, i punti decurtati verranno sommati ma non si potrà superare la soglia dei 15.

A questa regola fanno eccezione le infrazioni molto gravi che richiedono la sospensione o la revoca della patente. In questo caso, infatti, vengono sottratti anche tutti i punti, senza alcuna limitazione. Riassumendo:

Decurtazione punti patente in breve

  • Decurtazione da 1 a 15 punti: in caso di infrazioni "minori" e a seconda della tipologia.
  • Decurtazione di più di 15 punti: in caso di infrazioni molto gravi a cui può seguire la sospensione o revoca della patente

2. Tabella punti patente

A decidere quanti punti devono essere decurtati in casi specifici è il Codice della Strada. Infatti il testo prevede per ogni infrazione il numero esatto di punti che vanno sottratti. Vediamo i casi più diffusi.

Punti decurtati ed infrazioni

  • 10 punti : Superare i limiti di velocità di oltre 60 km/h; circolare contromano; sorpassare in situazioni gravi e pericolose; fare inversione di marcia in autostrada o sulle strade extraurbane principali; guidare in stato di ebbrezza; non prestare soccorso in caso di incidente con danni gravi a persone o veicoli.
  • 8 Punti : Incidente con lesioni per mancato rispetto della distanza di sicurezza; non dare la precedenza ai pedoni.
  • 6 punti : Non fermarsi allo stop; passare con il semaforo rosso; non superare i limiti di velocità di oltre 40 km/h ma non oltre i 60 km/h.
  • 5 punti : Non rispettare le regole legate al sorpasso; non allacciare le cinture (conducente e passeggeri).
  • 4 punti : Trasportare più persone di quante previste dall’omologazione auto; circolare in autostrada con carico non saldato in modo sicuro.
  • 3 punti : Superare i limiti di oltre 10 km/h e non oltre i 40 km/h; non rispettare la distanza di sicurezza; utilizzare i fari abbaglianti in condizioni vietate.
  • 2 punti : Non rispettare la segnaletica (ad eccezione dei segnali di divieto di sosta e di fermata); sostare nelle corsie riservate al transito di autobus o tram; non utilizzare il triangolo segnaletico in caso di veicolo fermo sulla carreggiata"
  • 1 punto : Non fare uso dei fari quando previsto o utilizzarli in modo improprio; trasportare irregolarmente animali, oggetti tanto da impedire la libertà di movimento.

La tabella dei punti patente decurtabili riporta solo quelli più comuni. Per una panoramica generale di tutte le sanzioni e dei punti decurtati potrai visitare il sito ufficiale della Polizia di Stato.

Per i neopatentati, tutte le sanzioni vengono raddoppiate.

3. Decurtazione punti patente: come avviene?

Se dovessi commettere un'infrazione, la Polizia stradale o i Carabinieri faranno un verbale di constatazione in cui verrà specificato il numero di punti che ti verranno tolti. A questo seguirà una multa.

Le forze dell'ordine comunicheranno il tutto al Ministero dei Trasporti.

A questo punto avrai la possibilità di fare ricorso per 30 giorni e, passato questo periodo, il Ministero registrerà il decurtamento in modo definitivo. Riceverai poi una lettera dal Ministero in cui troverai le indicazioni su come recuperare i punti persi.

Ad esempio: se passi con il semaforo rosso ti verranno tolti 6 punti e dovrai pagare una multa di 162 euro. A seconda di quanti punti hai sulla patente, riceverai indicazioni da parte del Ministero via lettera su come poterli recuperare.

4. Recupero punti patente: come fare?

Quando vengono tolti dei punti dalla patente e si scende sotto la soglia minima dei 20 punti, dovrai provvedere a recuperarli, ma non ti preoccupare: come abbiamo visto, sarà il Ministero dei Trasporti stesso ad indicarti come procedere per recuperare i punti persi. In generale le modalità previste sono tre:

  • Sostenere un esame organizzato dal Ministero: si tratta di una vera e propria verifica sulle norme stradali da sostenere entro 30 giorni dalla decurtazione. Questa soluzione è riservata, solitamente, a chi ha perso tutti i punti e consente di riacquisire i 20 punti minimi se superato, ma attenzione: se non dovessi superare l'esame la patente verrà ritirata.
  • Frequentare dei corsi appositi di "aggiornamento" a pagamento: si tratta di corsi organizzati dalle autoscuole o da centri autorizzati dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che ti permettono di recuperare 6 punti della patente di guida e il cui costo si aggira intorno ai 150 euro.
  • Non commettere infrazioni per 2 anni consecutivi: chi ha perso pochi punti può ritornare alla soglia dei 20 crediti attraverso il sistema di "buona condotta" previsto dalla legge.

Valutazione gratuita del tuo veicolo in un clic