Incentivi auto 2018: le novità

Anche per il 2018 il Governo non ha programmato degli incentivi per aiutare gli italiani ad acquistare una nuova auto. Quali sono allora le agevolazioni disponibili?

Gli incentivi statali 2018 si concentrano solo sul super ammortamento per i titolari di Partita IVA, ma non includono l’acquisto di auto elettriche, né di ibride o a GPL e metano. Sono però disponibili gli incentivi della case madri e quelli statali per trasformare i mezzi a motore termico in veicoli elettrici, a metano o a GPL.

Visto che quest’anno gli incentivi sono pochi, scopri quanto vale la tua vecchia auto per capire quanto potresti investire nell’acquisto di un nuovo mezzo: utilizza il valutatore gratuito!

Valutare
Fissa un appuntamento

Valuta online la tua auto

Ottieni una perizia non vincolante

Vendi solo se lo vuoi

1. Incentivi rottamazione 2018

Calcolo incentivi

La Legge di Bilancio 2018 ha tagliato ancora di più gli incentivi statali per il rinnovo del parco macchine degli italiani. Fanno eccezione alcune regioni e le province autonome, che prevedono anche per il 2018 misure fiscali per incentivare l’acquisto di nuove auto e la rottamazione delle vecchie. Si tratta, nello specifico, di misure a valere sulle auto comprate o destinate alla demolizione entro il 31 dicembre 2018, data da tenere bene a mente per tutti coloro che quest’anno intendono approfittare dei contributi previsti.

Fra le diverse regioni italiane, la Lombardia, con il decreto dirigenziale attuativo delle agevolazioni del 12 Febbraio, ha confermato quali sono gli incentivi auto per i suoi residenti nel 2018. Gli incentivi riguardano l’acquisto di una nuova auto a fronte della rottamazione del proprio usato, inclusi autocarri e motocarri. Sono previsti un contributo di 90€ per la rottamazione e l’esenzione dal pagamento del bollo auto per 3 anni.

Per godere degli incentivi, i requisiti dell’auto da acquistare sono i seguenti:

  • La cilindrata non deve superare i 2.000 cm3
  • L’auto deve essere un’Euro 5 o un’Euro 6
  • L’alimentazione deve essere a benzina, bifuel, ibrida - ma non diesel
  • L’auto deve essere destinata ad uso privato
  • L’auto deve essere intestata a una persona fisica o una persona giuridica
  • L’acquisto o la trascrizione al PRA deve avvenire tra il 2 Gennaio e il 31 Dicembre 2018

Il mezzo destinato alla demolizione invece deve essere:

  • Intestato allo stesso proprietario della nuova auto o ad un suo familiare
  • Demolita tra il 2 Gennaio e il 31 Dicembre 2018
  • Una Euro 0 e Euro 1 alimentata a benzina o gasolio oppure una Euro 2 o Euro 3 diesel

2. Quali sono gli incentivi rottamazione auto 2018?

A colmare la mancanza di incentivi statali non ci pensano solo alcune regioni e le province autonome, ma anche le case automobilistiche con promozioni che interessano una selezione del loro parco auto. Periodicamente le offerte possono cambiare ed è quindi importante tenersi informati sulle novità del momento.

Da segnalare per il mese di Dicembre 2018 è senz'altro la super-rottamazione di Natale proposta da Fiat. Promozioni disponibili per chi possiede auto in permuta o da rottamare anche in casa Ford che lancia una campagna di incentivi d'inverno validi fino alla fine dell'anno. Per entrambi i marchi va detto che si tratta di offerte valide su alcuni modelli specifici disponibili in pronta consegna. Ecco di cosa si tratta:

Promozioni FIAT e Ford fino al 31 dicembre 2018

  • Fiat Panda da 7.000 €
  • Fiat Tipo da 15.300 €
  • Ford KA+ da 9.450 €
  • Ford Fiesta da 11.750 €
  • Ford Ecosport da 15.300 €

Chi decide di rottamare la propria vettura magari un vecchio diesel Euro 3 o Euro 4, considerando anche i recenti blocchi del traffico e la presenza sempre più massiccia di auto elettriche o ibride, potrebbe trovare interessanti particolari bonus, gli ecoincentivi, attivi già nel mese di Novembre 2018 e prorogati fino alla fine dell'anno.

A proporli sono Peugeot e Toyota. Per la prima non si tratta di una novità: la casa francese, infatti, ha deciso di prolungare fino al 31.12.2018 i suoi Ecobonus di cui molti clienti hanno approfittato già da Ottobre.

Per la società nipponica si tratta, invece, di una proposta recente che va ad accendere i riflettori sulla Gamma Toyota Hybrid, una linea che, come dice il nome stesso, punta sull'auto del futuro che azzera le emissioni e si muove silenziosa nel centro cittadino.
In pratica a tutti coloro che intendono portare in rottamazione il proprio usato Toyota offre un vero e proprio sconto, l'Hybrid Bonus. Ma attenzione! Come nel caso della Peugeot anche per Toyota si tratta di una agevolazione da applicare solo ad una selezione di modelli. Ecco quali sono:


Ecoincentivi disponibili fino al 31 dicembre 2018

  • Peugeot Gamma 308: 5.000 €
  • Peugeot Gamma SUV: 5.000 €
  • Toyota C-HR Hybrid: 4.500 €
  • Toyota RAV4 Hybrid: 7.000 €

3. Super Ammortamento: cos’è e chi può usufruirne?

Cosa si intende per super ammortamento? È uno strumento di deducibilità fiscale messo in atto dal Governo tramite la Legge di Bilancio. Questa misura permette di aumentare le quote di ammortamento per alcuni beni strumentali aziendali (pari al 130% nel 2018). In questo modo viene ridotta la pressione fiscale a fronte di nuovi investimenti effettuati.

Chi può usufruirne? Il super ammortamento è destinato ai professionisti, alle aziende, o più in generale ai titolari di partita IVA.

Vale anche per l’acquisto di auto? La Legge di Bilancio 2018 prevede anche il super ammortamento per l’acquisto di auto aziendali (esclusi i veicoli industriali), con aliquota al 130%. Per poter usufruire di questi vantaggi, l’acquisto deve essere effettuato tra il 1° gennaio 2018 ed il 31 dicembre 2018. Va precisato che l’ultima data disponibile risulta il 30 giugno 2019, a patto che entro il 31.12.2018 sia stato completato l’ordine presso il venditore con pagamento di un acconto pari ad almeno il 20%.

4. Incentivi 2018: da veicolo a benzina o diesel ad auto elettrica, a metano o GPL

Dal 26 Gennaio 2017, con la pubblicazione del decreto 219/2015 (decreto “Retrofit incentivi auto elettriche”), è consentita anche nel nostro paese la trasformazione di auto con motore termico in veicoli elettrici. Acquistando un kit retrofit omologato, i cittadini possono rivolgersi a un tecnico per il montaggio, ottenere l'omologazione dalla Motorizzazione e la carta di circolazione aggiornata, e possedere così un veicolo non inquinante.

Si tratta tuttavia di un investimento costoso (compreso tra i 5.000€ a 10.000€), che ha senso in funzione del veicolo che si vuole riqualificare. Se l’auto in tuo possesso risponde perfettamente alle tua esigenze e non hai intenzione di cambiarla, allora la trasformazione del veicolo ti porterà vari vantaggi che andranno a ricompensare la spesa: il veicolo sarà efficiente ed economico in termini di consumo, godrai dell'esenzione del bollo auto per 5 anni; otterrai una riduzione del 50% sul prezzo della polizza assicurativa e, in ultimo, avrai accesso alle ZTL.

Se invece ritieni che non valga la pena investire nella riqualificazione della tua vecchia auto, puoi venderla e investire i soldi guadagnati nell’acquisto di una nuova auto.

Gli incentivi per i residenti del Friuli Venezia Giulia

In data 30 giugno 2018 la Giunta Regionale del Friuli Venezia Giulia ha approvato l'emissione di contributi a cittadini privati, nel caso in cui vogliano rottamare veicoli diesel appartenenti alle classi Euro 0, Euro 1 ed Euro 3, o per la rottamazione di Veicoli benzina Euro 0 ed Euro 1; il contributo viene elargito solo a chi acquista veicoli dalle emissioni ridotte, cioè nuovi modelli con motore gpl, metano, ibrido benzina-elettrico (non diesel-elettrico) o elettrico puro. L’auto prescelta dovrà essere, quindi, appena uscita dalla fabbrica e di prima immatricolazione

In base alla decisione della Giunta il contributo varia in base al tipo di veicolo acquistato: minori sono le emissioni, maggiore è la somma elargita. Qualche esempio: chi acquista un'auto alimentata a metano riceverà 3000 € per la rottamazione del vecchio modello; chi sceglie un'ibrida benzina-elettrico riceverà 4000 €, chi preferisce un motore esclusivamente elettrico (dalle emissioni di particolato e CO2 nulle) riceverà 5.000 € per la rottamazione, contestualmente all'acquisto di un modello nuovo.

Attenzione: Sarà possibile ottenere il contributo della Regione fino alla fine di Aprile 2019 ma a condizione che il veicolo sia stato acquistato entro il 31 dicembre 2018. Inoltre la Regione prevede un fondo totale di 1.512.000 € per il ricambio del parco auto esistente. Questo vuol dire che chi vuole rottamare la vecchia auto e comprare uno dei modelli meno inquinanti - magari usufruendo del contributo regionale - dovrà affrettarsi prima dell'esaurimento dei fondi previsti.

5. In mancanza di incentivi appetibili, vendi la tua vecchia auto per acquistarne una nuova

Gli incentivi per l’acquisto di auto nel 2018 sono quasi inesistenti e anche le agevolazioni delle case madri hanno scadenza strette. Gli unici contributi disponibili per i privati sono quelli riguardanti la trasformazione della tua vecchia auto in un veicolo elettrico, ibrido e alimentato a GPL o metano. Questa soluzione però, soprattutto se sei già intenzionato a cambiare la tua macchina perchè non risponde più al tuo gusto o alle tue esigenze, non è la migliore disponibile.

Perchè non vendere la tua vecchia macchina e, con il ricavato, acquistare un’auto nuova (magari elettrica o ibrida) a tua libera scelta? Rivolgendoti a noicompriamoauto.it potrai vendere la tua vecchia auto in modo facile, veloce e sopratutto sicuro. Già 700.000 clienti si sono rivolti a noi per la vendita della loro vecchia auto usata. Come funziona?

valutazione online

Valutazione online gratuita.
Attraverso lo strumento di valutazione gratuito presente sul sito, puoi scoprire in pochi clic il valore residuo del tuo mezzo.

valutazione online

Perizia in filiale
Il secondo passo è prenotare una perizia in filiale con un esperto, completamente gratuita e senza impegno. Il nostro esperto esaminerà la tua auto, tenendo conto dello stato della carrozzeria e degli interni, e ti comunicherà un’offerta di acquisto non vincolante.

valutazione online

Burocrazia a carico nostro e pagamento tramite bonifico.
Dopo aver ricevuto l’offerta di acquisto, avrai di fronte a te due possibilità: accettare l’offerta, lasciare che ci occupiamo noi di tutte le pratiche burocratiche e ricevere il pagamento sul tuo conto corrente tramite bonifico bancario; oppure rifiutare, senza dover pagare nulla per il servizio di valutazione ricevuto sia online che in sede.

Cosa stai aspettando? In mancanza di incentivi auto interessanti, scopri quanto vale la tua vecchia auto, vendila e acquistane una nuova!

Valutazione gratuita del tuo veicolo in un clic