Fermo amministrativo auto: una guida completa

Il fermo amministrativo auto è una misura messa in atto da un ente di riscossione nel caso in cui tu non abbia saldato un debito.

Con un fermo amministrativo, non è possibile rottamare o demolire il veicolo. Inoltre è assolutamente vietato circolare su strada pubblica.

Esso non potrà essere revocato fin tanto che la Pubblica Amministrazione non avrà riscosso quanto dovuto.

Hai un’auto soggetta a fermo amministrativo o vuoi sapere qual è la tua situazione? In questa pagina troverai un’utile guida su cosa fare in caso di fermo amministrativo sulla tua vettura, come fare la verifica e come cancellarlo!

Valutazione
online
Prendi appuntamento
per vendere

Valuta online la tua auto

Ottieni una perizia non vincolante

Vendi solo se lo vuoi

1. Fermo amministrativo auto: cos’è e cosa significa

Il fermo amministrativo è un atto formale, previsto per legge, con il quale l’Agenzia delle Entrate (ex Equitalia) o un altro ente dispone il blocco temporaneo di un veicolo in quanto bene di valore, per recuperare i propri crediti.

Se la tua domanda è “posso circolare con auto sottoposta a fermo amministrativo?”, sappi che la risposta è assolutamente no!

In aggiunta il fermo amministrativo implica che:

  • non potrai radiare, esportare o rottamare la tua vettura
  • non potrai parcheggiarla su suolo pubblico
  • non potrai venderla senza aver informato l’acquirente sulla situazione del mezzo.

Cosa rischia chi guida un’auto con fermo amministrativo?

Chi contravviene e guida un’auto sottoposta a fermo amministrativo rischia una multa salata. La sanzione varia dai 1988 a 7953 euro.

Inoltre, se la vettura sottoposta a fermo dovesse circolare e provocare un incidente stradale, la legge non prevede che l’assicurazione sia tenuta a pagare i danni.

Come sanzione accessoria, inoltre può essere applicata la confisca del mezzo, che differentemente dal fermo farà sì che la proprietà dell’auto passi direttamente all’Agenzia delle Entrate o altro creditore.

Un fermo amministrativo può essere applicato a più veicoli?

Assolutamente sì! Per legge l’ente creditore può disporre il fermo anche per più di un veicolo dello stesso proprietario.Tuttavia c’è un importo minimo da rispettare.

Quali limiti per il fermo amministrativo?

  • Debito da 800€ a 2.000€: 1 auto
  • Debito da 2.000€ a 10.000€: fino a 10 auto
  • Debito superiore ai 10.000€: su tutte le auto di proprietà

2. Come funziona il fermo amministrativo auto?

L’attivazione di un fermo amministrativo sulla propria auto segue un processo ben preciso.

  1. L’agente di riscossione notifica al debitore una cartella esattoriale ex Equitalia.
  2. Entro 60 giorni di tempo dalla notifica, il contribuente è tenuto a pagare il debito o chiedere una rateizzazione della somma dovuta.
  3. Se questo non accade, viene inviato un preavviso di fermo che deve contenere alcuni dati obbligatori: l’importo del debito, l’anno di riferimento, il numero della cartella esattoriale.
  4. Il debitore ha altri 30 giorni di tempo dal preavviso per effettuate il pagamento. In caso contrario, il fermo amministrativo sull’auto diventa effettivo.

Fermo amministrativo per debiti inferiori a 1000€. Cosa cambia?

Fermo amministrativo auto

Quando il debito per il quale viene disposto il fermo sull’auto è inferiore a 1000€ le tempistiche subiscono delle variazioni.

In tal caso, infatti, l’agente di riscossione dovrà inviare oltre alla notifica, una seconda comunicazione per posta ordinaria. Se entro 120 giorni la cartella esattoriale non è stata ancora saldata o rateizzata, dovrà essere inviato il preavviso di fermo.

Una volta inviato il preavviso, se il debitore non salda i propri debiti, l’Agenzia delle Entrate può attivare il fermo amministrativo sulla tua auto, senza obbligo di comunicartelo.

Valutazione gratuita del tuo veicolo in un clic

3. Come verificare il fermo amministrativo auto?

Considerando che l’ente di riscossione non è tenuto ad alcuna informazione, eccetto il preavviso, sapere se l’auto è sottoposta a fermo è essenziale, onde evitare di circolare per strada, incorrendo in ulteriori sanzioni.

Per verificare se l’auto è sottoposta a fermo amministrativo puoi richiedere una visura PRA per targa o consultare il Certificato di proprietà digitale.

.

Verifica del fermo amministrativo auto tramite Visura PRA

La prima alternativa a tua disposizione per verificare il fermo amministrativo auto è la visura PRA per targa. Per ottenerla le soluzioni sono 3:

  1. Puoi recarti presso un ufficio provinciale ACI (Automobil Club d’Italia).
  2. Puoi usare il servizio online dell’ACI.
  3. Puoi rivolgerti ad una agenzia di pratiche auto.

La verifica del fermo amministrativo tramite visura PRA per targa ha un prezzo. Infatti ottenere una visura costa 6 euro se ti rivolgi agli uffici dell'ACI o 8,83 euro per la modalità online. Le agenzie hanno prezzi superiori, che variano a libero mercato.

Verifica del fermo amministrativo auto tramite Certificato di Proprietà digitale

Per verificare la presenza di un fermo amministrativo sulla tua auto, puoi consultare anche il Certificato di proprietà digitale, che a differenza della versione cartacea è costantemente aggiornato.

Il vantaggio rispetto alla Visura PRA per targa sta nel fatto che la consultazione è gratuita. Non tutti, però, sono in possesso del CdP in formato digitale. Quest'ultimo infatti è stato introdotto solo per i veicoli immatricolati dal 2015, ma è sempre possibile farne richiesta presso gli uffici del PRA

Una volta che ti sarai assicurato di avere il Certificato di proprietà digitale, non dovrai far altro che:

  • accedere al servizio Online Consulta il Certificato di Proprietà Digitale;
  • inserire l'identificativo riportato sulla stampa del Certificato (ID-CDPD).

Compariranno così tutti i dati burocratici della tua auto, inclusa l'eventuale presenza del fermo amministrativo.

4. Cosa fare in presenza di fermo amministrativo auto?

Hai scoperto che la tua quattro ruote è soggetta a fermo amministrativo? I casi che possono verificarsi sono principalmente due e di seguito ti spiegheremo come agire.

Se il fermo amministrativo sulla tua auto è illegittimo per mancata notifica della cartella di pagamento o del preavviso di fermo o per mancato rispetto delle tempistiche, è possibile impugnare il provvedimento.

Come fare ricorso? Dovrai rivolgerti al Giudice di competenza che a seconda del caso specifico può essere ordinario o tributario.

Se il fermo amministrativo sulla tua auto è legittimo, l’unico modo per revocarlo è quello di pagare i debiti contratti.

Auto con fermo amministrativo

Puoi scegliere di saldare il conto nella sua interezza o procedere con la rateizzazione. In tal caso è possibile richiedere la sospensione del fermo.

Una volta pagata la prima rata, infatti, l’agenzia per la riscossione rilascia un apposito certificato. La sospensione deve essere registrata al PRA (Pubblico Registro Automobilistico) e il veicolo può così circolare.

Solo dopo aver saldato le rate e completato il pagamento dovuto, il fermo amministrativo potrà essere revocato e si potrà procedere con la sua cancellazione definitiva dai registri del PRA (Pubblico Registro Automobilistico).

Vuoi rottamare la tua auto con fermo amministrativo? Anche in questo caso, solo a seguito della cancellazione si può procedere liberamente con la demolizione.

5. Come cancellare un fermo amministrativo auto?

Per cancellare il fermo amministrativo, una volta estinto il debito, è necessario recarsi presso un qualsiasi ufficio provinciale del PRA (Pubblico Registro Automobilistico) seguendo le dovute pratiche.

Documenti per cancellare un fermo amministrativo auto

  • provvedimento di revoca in originale
  • certificato di proprietà con nota di richiesta sul retro
  • modulo NP -3 quando la nota di richiesta non è riportata sul retro del certificato di proprietà

E’ anche necessario sostenere dei costi, come imposta di bollo. La quota ammonta a:

  • 32€ se la nota di richiesta viene redatta sul certificato di proprietà
  • 48€ se si utilizza il modello NP-3

La cancellazione viene effettuata gratuitamente dall’agente di riscossione solo:

  • se il fermo amministrativo sia stato iscritto per errore
  • se la vettura è stata venduta con atto di data certa e trascrizione del passaggio di proprietà anteriore all’iscrizione del fermo.

Come fare la cancellazione del fermo amministrativo auto in presenza di disabilità?

L’annullamento del preavviso e la cancellazione immediata del fermo sono possibili se il veicolo è destinato al trasporto di persone diversamente abili.

Anche in questo caso ci sono alcune pratiche burocratiche da seguire.

Per cancellare il fermo amministrativo in presenza di disabilità, infatti, dovrai compilare l’apposita modulistica e presentare la richiesta di istanza all’Agenzia delle Entrate o altro ente di riscossione.

Documenti per cancellare un fermo su veicolo per disabili

  • Carta di circolazione da cui risulti che il veicolo è dotato dei dispositivi prescritti
  • Fattura di acquisto con applicazione delle agevolazioni fiscali per disabili
  • Contrassegno Parcheggio per disabili

Come fare la cancellazione del fermo amministrativo su veicolo strumentale?

Se hai ricevuto un preavviso di fermo o la tua auto è già sottoposta a fermo amministrativo, puoi chiederne la cancellazione nel caso in cui il veicolo sia strumentale alla professione esercitata.

Dovrai quindi dimostrare che il mezzo è fondamentale per raggiungere il posto di lavoro o per lo svolgimento della tua attività.

Per annullare il fermo amministrativo sulla tua auto, in quanto veicolo strumentale, dovrai allegare all’istanza:

Documenti per cancellare un fermo per veicoli strumentali

  • Carta di circolazione con dati e destinazione d’uso del mezzo
  • Documentazione attestante la professione svolta
  • Certificato di attribuzione della partita IVA

6. Fermo amministrativo auto su auto cointestata

La tua auto è cointestata e ti stai chiedendo se l’iscrizione del fermo è possibile?

In tal caso va detto che essendoci più di un proprietario, l’agenzia di riscossione non può disporre il fermo amministrativo di un' auto cointenstata.

Il debito, infatti, ricade solo su uno dei proprietari, mentre il fermo avrebbe conseguenze su tutti coloro che risultano titolari di un bene.

Non è un caso che molti scelgano la strada di cointestare un’auto per evitare di incorrere in un fermo amministrativo.