Rimborso chilometrico e cavalli fiscali: una guida completa

Grazie al rimborso chilometrico se guidi la tua auto per fini lavorativi puoi dedurre alcuni costi della trasferta. Questi costi sono inoltre detraibili da parte dell'azienda stessa.

Il calcolo del rimborso chilometrico non è tuttavia così semplice dato che dipende dal modello dell'auto, dall'alimentazione, dai suoi cavalli fiscali e da altre variabili.

Ma non ti preoccupare: per facilitare le operazioni legate al rimborso chilometrico l'Automobile Club d'Italia (ACI) ha messo a disposizione un comodo calcolatore.

Vediamo assieme come calcolare il rimborso chilometrico, che cosa sono i cavalli fiscali e come utilizzare il calcolatore ACI.

Valutazione
online
Prendi appuntamento
per vendere

Valuta online la tua auto

Ottieni una perizia non vincolante

Vendi solo se lo vuoi

1. Rimborso chilometrico: come funziona?

Rimborso chilometrico

Se ti sposti per motivi lavorativi con la tua auto hai diritto, a fine anno, ad un rimborso spese da parte dell'azienda. Quest'ultima, a sua volta, potrà portare tali spese in detrazione.

Il rimborso chilometrico è da intendersi, infatti, in due modi differenti a seconda del soggetto:

  • Per il dipendente che utilizza la propria auto per spostarsi (o un'auto a noleggio): il rimborso chilometrico è quello delle spese di trasferta calcolate su un anno.
  • Per l'azienda: è una somma deducibile dalle imposte a fine anno.

Attenzione: il rimborso chilometrico avviene solamente per le tratte percorse fuori dal territorio comunale in cui ha sede l'azienda.

Rimborso chilometrico: in cosa consiste davvero?

Nonostante si tratti di una procedura diffusa nel mondo lavorativo, il calcolo del rimborso chilometrico "fai da te" può essere davvero difficoltoso poiché dipende da diversi fattori e si divide principalmente in due operazioni:

  • Il calcolo della cifra che va rimborsata al dipendente: per questa operazione si utilizza il calcolatore ACI.
  • Data la cifra rimborsabile, bisogna calcolare quanto di questo importo sia esente da tasse per il dipendente e sia detraibile da parte dell'azienda a fine anno. Per questa operazione servono i cavalli fiscali dell'auto e i costi di esercizio per percorrenza media annua.

2. Come calcolare il rimborso chilometrico?

Dato che si tratta di un'operazione complessa, la strategia migliore per calcolare il rimborso chilometrico è utilizzare lo strumento online e gratuito messo a disposizione dall'ACI.

Servizio calcolo rimborso chilometrico ACI: come funziona?

Il calcolatore ACI è uno strumento davvero semplice da utilizzare: crea un account sul sito ufficiale inserendo nome, cognome e indirizzo email.

Fatto ciò segui questi passi:

  1. Entrato nell'area riservata clicca su "Costi chilometrici" presente sulla barra a destra.
  2. Clicca poi sul pulsante rosso "Effettua il calcolo" presente a fondo pagina.

Per calcolare il rimborso chilometrico inserisci i seguenti dati:

  • Data del calcolo.
  • Categoria del veicolo: (autovettura, motociclo, ...).
  • Marca (Fiat, Volkswagen, ...).
  • Tipo di alimentazione (benzina, diesel, ...).

In pochi secondi otterrai una tabella in cui ti verranno mostrati doversi costi rimborsabili per ogni chilometro divisi in diverse fasce, ovvero le percorrenze annue.

Il costo rimborsabile infatti non è fisso, ma varia a seconda della percorrenza media annua, ovvero dei chilometri macinati in un anno per motivi lavorativi.

3. Cavalli fiscali: cosa sono, a cosa servono e come si calcolano?

Per procedere nel calcolo dovrai ora capire quanti cavalli fiscali ha la tua auto.

I cavalli fiscali, (o potenza fiscale dei motori) servono a stabilire se il rimborso chilometrico sia esente da tassazione per i dipendenti e dudicibile dalle imposte per l'azienda.

Infatti l'articolo 95 del Testo Unico delle Imposte sui Redditi (Tiur) prevede che il rimborso chilometrico possa essere dedotto dalle tasse in modo completo solamente entro il limite di 17 cavalli fiscali (e 20 cavalli fiscali per le vetture diesel).

Se l'auto dovesse avere una potenza superiore in termine di cavalli fiscali, la cifra deducibile verrà ridimensionata.

Come calcolare i cavalli fiscali?

I cavalli fiscali, stabiliti dal Ministero delle Entrate e dall'ACI, vanno da 1 a 50 e dipendono direttamente dalla cilindrata della vettura. Vediamo assieme quelli più diffusi.

Cilindrata auto e corrispettivi cavalli fiscali

  • da 19,8 a 57,1: 1
  • da 57,2 a 106,1: 2
  • da 106,2 a 164,8: 3
  • da 164,9 a 231,8: 4
  • da 231,9 a 306,4: 5
  • da 306,5 a 387,8: 6
  • da 387,9 a 475,6: 7
  • da 475,7 a 569,5: 8
  • da 569,6 a 669,0: 9
  • da 669,1 a 774,0: 10
  • da 774,1 a 884,1: 11
  • da 884,2 a 999,2: 12
  • da 999,3 a 1119,1: 13
  • da 1119,2 a 1243,6: 14
  • da 1243,7 a 1372,5: 15
  • da 1372,6 a 1505,8: 16
  • da 1505,9 a 1643,3: 17
  • da 1643,4 a 1784,9: 18
  • da 1785,0 a 1930,5: 19
  • da 1930,6 a 2080,1: 20

4. Costi di esercizio per percorrenza media annua

Calcolo costi di esercizio

Stabiliti i cavalli fiscali dell'auto, dovrai capire quali sono i costi di esercizio per percorrenza media annua della vettura.

Si tratta di costi calcolati in Euro per km che servono adefinire la soglia massima entro la quale sia il datore di lavoro che il dipendente sono esenti da tassazione.

Queste cifre variano a seconda della potenza fiscale, del mese e dell'anno.

Come calcolare i costi di esercizio per percorrenza media annua?

L'unico modo per trovare le cifre aggiornate è consultare l'area privata ACI e scaricare la lista dei costi di esercizio più attuale.

Accedi alla tua area privata, clicca su "costo chilometrico": troverai le liste subito sulla destra.

A questo punto potrai moltiplicare il numero di chilometri percorsi durante l'anno dal dipendente per la cifra reperibile nelle tabelle ACI. In questo modo troverai la soglia entro la quale il rimborso chilometrico non verrà tassato e potrò essere detratto dall'azienda.

Valutazione gratuita del tuo veicolo in un clic

5. Esempio rimborso chilometrico

Per capire meglio come calcolare il rimborso chilometrico facciamo un esempio prendendo:

  • Una FIAT 500 da 69 CV alimentata a benzina.
  • Cilindrata di 1.242 cm3 (14 cavalli fiscali).
  • Percorrenza annua di 20.000 km.

Calcolo somma rimborsabile al dipendente

Nel caso della nostra FIAT 500, il calcolatore ACI ci mostra che il costo chilometrico per una percorrenza annuale fino a 20.000 Km è di 0,309602 €/km.

Assumiamo che il dipendente abbia percorso 400 km. Faremo questa operazione: 400 km x 0,309602 €/km = 123,84 €. Il dipendente avrà quindi diritto ad un rimborso chilometrico di 123,84 €.

Calcolo cifra detraibile

Ora vogliamo trovare la soglia entro la quale il rimborso chilometrico è detraibile dall'azienda e non tassabile per il dipendente. Dato che l'auto ha una cilindrata pari a 1.242 cm3, i suoi cavalli fiscali sono 14. L'auto ha inoltre percorso annualmente 20.000 Km

Consultando la tabella dei costi di esercizio per percorrenza annua sul portale ACI vediamo che si potrà detrarre questa cifra: 0,4767 €/km. Ora moltiplichiamo questo importo per i 400 km percorsi dal dipendente = 190,68€.

Dunque fino a 190,68 € l'importo sarà deducibile per l'azienda e non imponibile per il dipendente.