Smarrimento targa auto: cosa fare e quali sono i costi

Come comportarsi in caso di smarrimento della targa auto? Ecco quali sono iter e tempistiche da rispettare per non incorrere in multe salate!

Lo smarrimento della targa di un’auto non è un fatto così raro. Un furto o un incidente possono farti perdere la placchetta sia anteriore che posteriore.

La targa può anche andare distrutta o rovinarsi nel corso del tempo. La legge, tuttavia, parla chiaro: non è possibile guidare un’auto senza targa.

Ecco perchè in caso di targa smarrita, rubata o distrutta è bene correre ai ripari quanto prima, presentando denuncia e rivolgendosi agli uffici competenti per ottenere una nuova targa nel più breve tempo possibile.

Valutazione
online
Prendi appuntamento
per vendere

Valuta online la tua auto

Ottieni una perizia non vincolante

Vendi solo se lo vuoi

1. Smarrimento targa auto: l’iter da seguire

Lo smarrimento della targa di un’auto non è certo un fatto da sottovalutare.

L'articolo 102 del Codice della Strada stabilisce che l’intestatario della carta di circolazione del veicolo deve prendere provvedimenti secondo scadenze precise.

Ecco dunque cosa fare in caso di smarrimento, furto o distruzione della targa di una sola o di entrambe le targhe:

  • entro 48 ore presenta denuncia agli organi di Polizia. Se ti trovi all’estero ricorda di fare la denuncia sia presso le autorità locali che presso le Forze dell’Ordine italiane, una volta rientrato;
  • entro 15 giorni dalla denuncia, qualora la targa risulti ancora dispersa, rivolgiti ad uno STA (Sportello Territoriale dell’Automobilista) dell’ACI (Automobile Club d’Italia);
  • procedi con la reiscrizione del veicolo al PRA (Pubblico Registro Automobilistico) e contestualmente con la reimmatricolazione e il rilascio delle nuove targhe.

Chi non provvede a denunciare lo smarrimento il furto o la distruzione delle targhe entro i limiti stabiliti dalla legge, può incorrere in una sanzione che varia da 84€ a 335€.

Fare subito la denuncia di smarrimento o furto della targa è molto importante. Il numero di targa di un’auto potrebbe infatti essere utilizzato per scopi illeciti. Ad esempio la targa potrebbe essere utilizzata nel mercato delle auto contraffatte.

Il nostro consiglio è quello di segnalare anche alla tua compagnia assicuratrice l’avvenuto smarrimento della targa, presentando copia della denuncia effettuata.

E’ possibile guidare l’auto dopo denuncia di smarrimento della targa?

Smarrimento targa

Per poter circolare con targa smarrita o rubata, l’intestatario dovrà apporre un pannello a fondo bianco che riporti le stesse indicazioni presenti nella targa originaria.

Le dimensioni del pannello e quelle dei caratteri dei numeri della targa devono essere gli stessi della placchetta originaria, sia per la targa anteriore che per quella posteriore.

Troverai maggiori informazioni consultando il Regolamento Art.100 del Codice della Strada.

2. Documenti necessari in caso di smarrimento furto o distruzione della targa

Se dopo due settimane dall’avvenuta denuncia, la targa non è stata ritrovata, potrai recarti direttamente presso uno STA dell’ACI.

In alternativa potrai usufruire della consulenza di un’agenzia di pratiche auto ma in questo caso dovrai pagare una tariffa aggiuntiva per il servizio offerto.

I documenti di cui dovrai munirti e che ti verranno richiesti sono:

  • Domanda di reimmatricolazione, compilata su modulo TT2119. Il modello è reperibile presso gli sportelli o online sul servizio di modulistica del Portale dell’Automobilista.
  • Domanda di rinnovo di iscrizione al PRA, compilata sul modello NP2. Il modulo è disponibile sul sito dell’ACI o in distribuzione gratuita presso gli uffici.
  • Carta di circolazione e Certificato di proprietà o denuncia in caso di smarrimento, furto o distruzione del CdP.
  • Denuncia di smarrimento, furto o distruzione della targa o dichiarazione di resa denuncia.
  • Targa rimasta, se lo smarrimento, il furto o la distruzione ha riguardato una sola delle due placchette.
  • Documento di riconoscimento in corso di validità dell’intestatario della carta di circolazione.
  • Certificato di residenza o dichiarazione sostitutiva se la residenza non è esplicitamente riportata sul documento presentato o se il titolare è un cittadino italiano iscritto all’AIRE (Anagrafe degli Italiani residenti all’estero).

Alla documentazione di cui abbiamo detto sopra, vanno aggiunte ulteriore carte in alcune situazioni specifiche.

  • Sei un cittadino extracomunitario? E’ richiesta la copia del permesso di soggiorno in corso di validità o se scaduto, la ricevuta attestante la richiesta di rinnovo.
  • L’intestatario è una persona giuridica?: sarà necessario allegare la dichiarazione sostitutiva resa dal legale rappresentante, indicante la sede dell’attività.
Valutazione gratuita del tuo veicolo in un clic

Cosa fare se non hai la carta di circolazione?

Nel caso in cui oltre ad aver perso la targa, hai smarrito anche la carta di circolazione o il certificato di proprietà, oppure questi documenti ti sono stati rubati, l’iter da seguire cambia.

Dovrai prima rivolgerti alla Motorizzazione Civile e solo dopo recarti agli STA dell’ACI per il rinnovo dell’iscrizione al Pubblico Registro Automobilistico.

In tal caso oltre alla documentazione di cui abbiamo detto sopra, dovrai ricordare di esibire agli uffici dell’ACI anche la denuncia di smarrimento del libretto di circolazione.

Dopo il rilascio della nuova carta di circolazione avrai 60 giorni di tempo per procedere con il rinnovo dell’iscrizione al PRA.

3. Quali sono i costi in caso di smarrimento della targa di un’auto?

Perdere una o entrambe le targhe dell’auto non è soltanto una noia burocratica. Lo smarrimento della targa comporta una certa spesa.

Ecco quali sono tutti i costi da sostenere

Costi per smarrimento della targa auto

  • 27€ di emolumenti ACI
  • 32€ di iscrizione al PRA (imposta di bollo)
  • 10,20€ di diritti DT
  • 32€ di reimmatricolazione (imposta di bollo)

In sintesi se hai smarrito la targa della tua auto e ne vuoi ottenere una nuova, dovrai mettere in conto una spesa fissa di 101,20€.

A questo importo si aggiungono alcuni costi variabili per l’acquisto della nuova targa. Il prezzo dipende dal formato della placchetta e dalla Provincia. Ecco i dettagli.

Costi per tipo di targa

  • Targa anteriore e posteriore di formato A con tasselli autoadesivi: 45,68€ ad Aosta, Bolzano, Trento, 41,78€ nelle altre province
  • Targa anteriore e posteriore di formato B con tasselli autoadesivi: 45,31€ ad Aosta, Bolzano, Trento, 41,37€ nelle altre province

Per un quadro completo sul costo delle targhe a seconda delle pratiche automobilistiche è possibile consultare il tariffario del Portale dell’Automobilista.

Come effettuare il pagamento?

Per effettuare il pagamento della somma dovuta in caso di smarrimento o furto della targa, dovrai procedere in questo modo.

  • Pagamento Emolumenti ACI e Iscrizione PRA: tramite bollettino in bianco da intestare a ACI - Automobile Club d’Italia - Economato Generale - Servizio di Tesoreria, Via Marsala 8, Roma 00185.
  • Pagamento Diritti DT: tramite bollettino prestampato sul c/c 9001.
  • Pagamento Reimmatricolazione (imposta di bollo): tramite bollettino prestampato sul c/c 4028.
  • Pagamento nuova targa: tramite bollettino prestampato sul c/c 121012.

Tutti bollettini prestampati sono disponibili presso gli Uffici Postali, gli STA e gli sportelli della Motorizzazione Civile.

Le attestazioni di versamento dovranno essere conservate ed esibite al momento della richiesta di rilascio delle nuove targhe.

Inoltre il pagamento potrà essere effettuato anche tramite bancomat presso l’ACi al mento della richiesta di reiscrizione al PRA.

4. Quali sono i tempi d’attesa per avere le nuove targhe?

Ottenere una nuova targa, in caso di smarrimento o furto prevede un certo tempo di attesa.

Devi infatti considerare che dal momento della denuncia devono passare almeno 15 giorni prima di poter procedere con il rilascio delle nuove placchette. A questo per la produzione materiale della targa stessa.

Se poi oltre ad aver perso la targa, hai smarrito la carta di circolazione o ti è stata rubata, dovrai considerare i tempi di rilascio del nuovo documento e gli ulteriori passaggi burocratici.