Vendita di auto d’epoca: difficile come sembra?

A causa della loro peculiarità, la vendita di auto d’epoca è un processo diverso rispetto a quello di un’auto con meno di venti anni di età.

Informati sulle soluzioni disponibili e trova la migliore per vendere la tua auto d’epoca. Scopri cosa influisce sulla valutazione di questo tipo di macchine e come trovare il compratore giusto.

Noicompriamoauto.it è una delle alternative a tua disposizione: compriamo tutte le auto d’epoca. Prova il nostro valutatore online e vendi la tua macchina in poco tempo: liberarti della tua auto d'epoca sarà un gioco da ragazzi.

Valutare
Fissa un appuntamento

Valuta online la tua auto

Ottieni una perizia non vincolante

Vendi solo se lo vuoi

1. Vendita auto d’epoca: il modello fa la differenza

Quando si parla di auto d’epoca, esattamente, cosa si intende? Il Codice della Strada, all’articolo 60, definisce le auto d’epoca come:

Articolo 60
«[...] i motoveicoli e gli autoveicoli cancellati dal P.R.A. perché destinati alla loro conservazione in musei o locali pubblici e privati, ai fini della salvaguardia delle originarie caratteristiche tecniche specifiche della casa costruttrice, e che non siano adeguati nei requisiti, nei dispositivi e negli equipaggiamenti alle vigenti prescrizioni stabilite per l’ammissione alla circolazione. Tali veicoli sono iscritti in apposito elenco presso il Centro storico del Dipartimento per i trasporti terrestri.»

Un’auto più vecchia di trent’anni è automaticamente da considerarsi auto d’epoca secondo quanto stabilito dall’Articolo 60 del Codice della Strada? Non proprio. Nel linguaggio comune vengono definite macchine d’epoca tutti i veicolo di vecchia generazione (immatricolate da due o più decenni), che hanno raggiunto un determinato valore collezionistico.

Questo significa che un’auto d’epoca è sicuramente di grande valore? Non sempre è cosi, dipende dal modello e dall’anno di costruzione. Una macchina d’epoca ha sicuramente valore agli occhi del collezionista e dell’appassionato, perchè rappresenta un pezzo della storia dell’auto che merita di essere conservato per le generazioni future. A livello economico, tuttavia, non tutti i mezzi - sebbene abbiano superato trenta anni di età - hanno lo stesso peso economico.

2. Le 7 auto d’epoca più costose

Nella storia delle auto spiccano alcune vetture che si sono distinte per le loro caratteristiche costruttive e per la loro storia e che quindi sono state vendute per cifre strabilianti.

Le 7 auto più costose della storia

  1. Ferrari 250 GTO Berlinetta, 1963: 52.000.000 $
  2. Bugatti Type 57SC Atlantic Coupé, 1936: 40.000.000 $
  3. Ferrari 250 GTO Stirling Moss, 1962: 32.000.000 $
  4. Mercedes-Benz W196R, 1954: 29.000.000 $
  5. Ferrari 275 GTB/4 NART Spider, 1967: 27.500.000 $
  6. Ferrari 275 GTB Speciale by Scaglietti, 1964: 26.400.000 $
  7. Aston Martin DBR1, 1959: 22.600.000 $

Se non hai parcheggiata in garage una Ferrari 250 Testa Rossa o una Alfa Romeo del 1939, probabilmente non potrai sperare di concludere una vendita dal valore di milioni, ma potrai comunque venderla scegliendo il canale migliore per la tua situazione. In Italia ci sono auto d’epoca molto popolari e altre molto ricercate.

Altre auto d'epoca molto richieste

  • Alfa Gtam
  • Alfa Romeo GT Junior 1300
  • Austin Healey 3000
  • Autobianchi A112 Abarth
  • Autobianchi Bianchina
  • BMW 700
  • BMW Isetta
  • Fiat 1100
  • Fiat 124 Sport Coupè
  • Fiat 500
  • Fiat Topolino
  • Fiat X19
  • Jaguar MK2
  • Jaguar XJ
  • Jeep Willy
  • Lancia Ardea
  • Lancia Delta
  • Lancia Flavia
  • Lancia Fulvia
  • Matra Bagheera
  • Mercedes 200
  • Mini Cooper
  • NSU Prinz
  • Oldsmobile 442
  • Opel GT 1900
  • Opel Kadett 1000
  • Opel Manta
  • Panther Kallista
  • Porsche 911
  • Renault 4
  • Renault Alpine A110
  • Triumph Spitfire
  • Triumph tr3
  • VW Golf
  • VW Maggiolino
  • VW Transporter

3. Auto d’epoca e auto storiche: quali sono le differenze?

L’Articolo 60 del Codice della Strada, che regolamenta le auto d’epoca, tratta anche delle cosiddette “auto storiche”. I veicoli di interesse storico, o auto storiche, sono definiti come:

Articolo 60
«Tutti quelli di cui risulti l'iscrizione in uno dei seguenti registri: ASI, Storico Lancia, Italiano FIAT, Italiano Alfa Romeo, Storico FMI. [...] I veicoli di interesse storico o collezionistico possono circolare sulle strade purché posseggano i requisiti previsti per questo tipo di veicoli, determinati dal regolamento.»

Qual è, quindi, la differenza tra auto storiche e auto d’epoca secondo il Codice della Strada?

Auto d’epoca • Un’auto d’epoca è una vettura costruita almeno 30 anni prima dell’iscrizione ad uno dei Registri dell’Automotoclub Storico Italiano (ASI). Possono essere iscritte ai Registri anche auto d’epoca radiate dal PRA, prive dei requisiti minimi per poter circolare su strada (emissioni di CO2, consumi, dispositivi di sicurezza) e destinate esclusivamente all'esposizione museale, oppure alla partecipazione in eventi e manifestazioni autorizzate. Questi veicoli non vengono demoliti, e ottengono la qualifica di “auto d’epoca” dopo essere state sottoposti a un controllo della Motorizzazione Civile. Le auto d’epoca hanno comunque la possibilità di circolare, ma solo durante eventi speciali (ad esempio parate di tipo rievocativo) e su percorsi protetti e autorizzati. Per fare ciò va sempre richiesto il foglio di via e una targa provvisoria all’ufficio provinciale della Motorizzazione Civile.

Auto storica • Rispetto alle auto d'epoca, per le auto storiche e di interesse collezionistico è possibile un più ampio utilizzo, giacché esse possono circolare liberamente su strada, purché dichiarate conformi. Per essere dichiarate tali, è necessaria l'iscrizione all'ASI (Automotoclub Storico Italiano), o in alternativa, il certificato di Rilevanza Storico Collezionistica (introdotto dal D.M. del 19 marzo 2010). I controlli che tali mezzi devono superare sono gli stessi previsti per le auto d'epoca: inoltre, esse sono soggette a revisione ogni due anni. Per ottenere l’Attestato di datazione e storicità , sono previste ulteriori verifiche, per accertare che le componenti della carrozzeria, motore, gli elementi meccanici e del telaio siano originali e conformi alla marca dell'auto, e in buono stato di conservazione.

4. Consigli per la vendita di auto d’epoca

Prima di entrare in contatto con professionisti o privati interessati all’acquisto di auto d’epoca, è bene adottare una serie di precauzioni, giacché la vendita di un’auto, in generale, è un’operazione per la quale è opportuno disporre di tutte le informazioni utili possibili, così da prendere le decisioni con calma e attenzione. Per questo motivo, prima di vendere la tua auto:

1. Cerca di evitare ambiguità - Le auto storiche e le auto d’epoca sono tipologie distinte di autoveicoli, pertanto soggette a normative, forme di tassazione e limitazioni alla circolazione completamente differenti. Non conoscere con esattezza la classe in cui ricade il proprio veicolo può creare spiacevoli malintesi con eventuali interlocutori, oltre a ritardare notevolmente la conclusione della trattativa. Per questo motivo, raccogli quante più informazioni possibili sul veicolo, e a seconda dell’acquirente a cui ti rivolgi, cerca di far risaltare determinate caratteristiche che lo rendono unico, in modo da avere argomenti convincenti e maggiori margini di negoziazione durante la trattativa.

2. Prepara l’auto - Un’auto storica completamente restaurata e in condizioni impeccabili è estremamente attraente per gli acquirenti interessati. Non presentare un’auto sporca o trascurata; facendo così probabilmente contribuirai ad abbassare il valore dell’auto agli occhi dell’acquirente. Studia, pertanto, la possibilità di restaurarla, completamente o solo in parte, per aumentarne il valore.

3. Cura la parte meccanica - Vendere un veicolo con difetti meccanici è più complicato, rispetto ad una vettura con il motore in perfetto stato. Tuttavia, le auto storiche o d’epoca sono beni del tutto particolari, e anche in presenza di alcune ‘pecche’ evidenti, un veicolo potrebbe continuare ad essere attraente, perché raro o difficilmente reperibile sul mercato. Qualora gli interventi da realizzare siano al di fuori della tua portata, cerca di stabilire quali sono gli aspetti prioritari su cui intervenire, e valuta eventualmente la possibilità di chiedere alla tua compagnia assicurativa se la polizza può coprire almeno in parte le spese.

4. Scopri quanto vale la tua auto - Prima di metterti in contatto con un potenziale compratore, è assolutamente vitale che tu ti informi sul valore reale della tua auto. Conoscere con precisione il prezzo del tuo veicolo ti permetterà di affrontare con maggior sicurezza e tranquillità la trattativa, evitando negoziazioni al ribasso.

Ricorda che Noicompriamoauto.it mette a disposizione, in maniera del tutto gratuita, un avanzato sistema di quotazione, online e in filiale, basato su listini costantemente aggiornati e in linea con gli indici di mercato.

5. Vendere auto d’epoca: a chi e come?

La compravendita di auto d’epoca costituisce un settore di nicchia nell’ambito del mercato delle auto usate. Ciò non significa, tuttavia, che vendere un veicolo che rientra in tale categoria sia un privilegio riservato a pochi, né che la vendita sia una missione impossibile. Di fatto, considerando la crescita esponenziale della rete e quanto essa ha trasformato il mercato dell’auto, trovare un privato o un professionista interessato alla compravendita di auto d’epoca non è affatto raro.

  • Comunità di appassionati - In rete ci si imbatte facilmente in comunità di appassionati di veicoli d’epoca, e nella maggior parte dei casi le trattative per la vendita, l’acquisto o lo scambio di vetture d’epoca ha inizio inserendo annunci proprio in uno di questi siti specializzati. Se opti per questo canale, non dimenticare di seguire alla lettera le procedure previste per la vendita di questo particolare tipo di veicolo, al fine di evitare truffe o inconvenienti che possono manifestarsi anche in un secondo momento.
  • Specialisti - Esistono concessionari e fiere specializzate che operano come intermediari nel momento in cui si decide di liberarsi di un veicolo. Prima di ricorrere ai loro servizi, tuttavia, è consigliabile far valutare il veicolo in questione, considerando anche la ‘commissione’ che spetterà a chi realizzerà la transazione, per evitare che il potenziale guadagno del venditore venga limitato.
  • Online - Va ricordato che in rete esistono piattaforme nella compravendita di veicoli, dove professionisti specializzati valutano e acquistano veicoli in tempi estremamente rapidi, senza per questo limitare le garanzie del proprietario. Noicompriamoauto.it, ad esempio, è interessato all’acquisto di veicoli di ogni tipo, e ti offre una piattaforma agile e sicura dove poter concludere la vendita di un’auto d’epoca, senza perdite di tempo, a un prezzo giusto, e senza la scocciatura di dover mettere un annuncio e aspettare che si faccia sotto un potenziale acquirente.

Noicompriamoauto.it compra tutte le auto d’epoca

Noicompriamoauto.it è la soluzione ideale se vuoi vendere un’auto che ha più di venti anni. Compriamo tutti i tipi di auto, di qualsiasi marca e modello, purchè sia funzionante.

valutazione online

Valutazione online
Il primo passo per la vendita della tua auto d’epoca è scoprire il valore della tua macchina. Utilizza lo strumento di valutazione presente sul sito e ottieni una prima quotazione gratuita.

valutazione online

Valutazione in filiale
Dopo aver scoperto il valore della tua auto, prendi un appuntamento in filiale e ottieni la valutazione finale del tuo mezzo. Il servizio di valutazione con un nostro esperto in filiale è completamente gratuito e senza impegno.

valutazione online

Burocrazia facile, pagamento veloce
Se sarai interessato all’offerta di acquisto ricevuta, non dovrai fare altro che accettare ad affidare a noi il disbrigo di tutte le pratiche burocratiche. Il pagamento verrà effettuato solo tramite bonifico bancario.

Valutazione gratuita del tuo veicolo in un clic